MAD: chi può inviare una messa a disposizione e come fare

Vinkmag ad

Chi può inviare la messa a disposizione più semplicemente conosciuta come MAD? In questo articolo risponderemo a questa e ad altre domande su questa sorta di autocandidatura a un ruolo di supplente nel corpo docente o ATA. Con questa forma di disponibilità, infatti, un aspirante insegnante o un lavoratore interessato a essere assunto nel personale amministrativo, tecnico e ausiliario fa sapere a una varietà di scuole di avere i titoli e le carte in regola per poter essere convocato, e quindi impiegato, nell’organico dell’istituto.

Chi può inviare una messa a disposizione

Andando subito al sodo una messa a disposizione può essere inviata da tutti i potenziali docenti più o meno iscritti alle graduatorie di conferimento (GAE, GPS, GI).

In verità, una circolare del settembre 2020 vietava gli invii delle messe a disposizione ai docenti presenti nelle liste, ma una successiva nota ministeriale del 4 novembre ha concesso la possibilità di invio anche agli iscritti alle graduatorie.

Ovviamente, una messa a disposizione deve contenere una serie di informazioni fondamentali quali:

  • Dati anagrafici
  • Possesso di titoli e competenze specifiche
  • Esperienze di insegnamento
  • Classe/i di concorso
  • Recapiti

Per quanto riguarda i possibili vincoli, si possono inviare MAD in più scuole e in più province senza limitazioni.

Come inviare una MAD

Per inviare una messa a disposizione è possibile ricorrere a vari servizi online che permettono di spedire una serie di MAD in breve tempo e con poca spesa.

Uno dei servizi più noti è il sito madscuola.it. Chi fruisce di questo servizio, con un unico invio, può far sapere a tantissimi dirigenti scolastici di avere tutti i requisiti a posto per svolgere un ruolo di supplente, docente o ATA, nelle loro scuole!

L’invio di una messa a disposizione, quindi, può rivelarsi un’ottima soluzione per poter ambire a ricoprire un ruolo di supplente ed è sicuramente una strategia da provare almeno una volta.

Per ulteriori informazioni in merito è possibile contattare il servizio Mad Scuola anche chiamando il numero telefonico 02 50041370 o inviando una mail a info@madscuola.it.

Luca Parigi

Luca Parigi

Read Previous

Prove Invalsi sospese per le seconde superiori

Read Next

Le dimissioni di Agostino Miozzo da consulente per il Ministero dell’Istruzione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular