Edilizia Scolastica, 700 milioni di euro per 453 progetti

Vinkmag ad

Sono 453 i progetti che sono stati ammessi al finanziamento di 700 milioni di euro per l’edilizia scolastica. Le risorse vengono destinate ai Comuni per compiere azioni di ristrutturazione, messa in sicurezza, riqualificazione ed edificazione di asili nido, scuole dell’infanzia e centri polifunzionali per i servizi alla famiglia. I fondi sono stati assegnati per lo più alle regioni del Meridione che hanno ottenuto il 54,4% dello stanziamento totale. La Regione con la maggiore destinazione economica è la Campania, con 138 milioni di euro per 87 progetti, alla quale fa seguito la Lombardia, con circa 58 milioni per 40 iniziative di edilizia scolastica, la Sicilia, con 56,7 milioni per finanziare 31 interventi, la Puglia, con 56 milioni per 32 progetti, e la Calabria, che potrà disporre di 53,2 milioni per 34 attività.

Edilizia Scolastica per asili nido e scuole dell’infanzia

Gli interventi che verranno finanziati con questo importante stanziamento riguardano soprattutto progetti per asili nido e scuole dell’infanzia.

Di seguito il preciso prospetto delle ripartizioni:

  • 280 milioni per asili nido
  • 175 per scuole dell’infanzia
  • 105 per i centri polifunzionali per servizi alla famiglia
  • 140 per riconversioni di spazi scolastici di scuole dell’infanzia al momento non sfruttati

I 3/5 dei fondi di ognuno di questi capitoli è destinato alle aree periferiche e depresse, per diminuire il gap didattico.

Il commento del ministro Patrizio Bianchi

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha commentato la misura con queste parole: “L’educazione della fascia 0-6 anni è una delle sfide sociali più importanti per il nostro Paese, che registra un grave ritardo rispetto alla media europea in questo settore. Con questo Avviso mettiamo a disposizione risorse importanti, soprattutto a favore delle aree più svantaggiate. Con il PNRR continueremo a investire dando risposta alle necessità dei vari territori. Intervenire per l’infanzia significa garantire pari opportunità di crescita a bambine e bambini, a prescindere dai contesti di provenienza, e favorire concretamente l’occupazione femminile”.

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Green Pass obbligatorio a scuola per docenti e Ata

Read Next

Assunzioni Dirigenti Scolastici: quasi 400 posti per il nuovo anno

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular