Bonus di 100 Euro nel 2022 solo per stipendi fino a 15.000 euro annui

Vinkmag ad

Dal 1 gennaio 2022 per i lavoratori dipendenti della scuola e di altri settori il Bonus di 100 Euro viene corrisposto solo a chi ha uno stipendio annuo di 15.000 euro. Per gli importi stipendiali compresi tra i 15.000 ed i 28.000 euro viene riconosciuto soltanto al verificarsi di particolari condizioni. Fino alla data del 31 dicembre 2021, invece, l’emolumento in questione veniva assegnato per tutte le retribuzioni annuali comprese tra 8.145 e 28.000 euro e, in minor parte, alle corresponsioni che oscillavano tra 28mila euro e 40mila euro. Chiaramente stiamo parlando dell’ex bonus Renzi che dalla somma originaria di 80 euro è stato poi aumentato fino alla limite minimo della terza cifra.

Dal 2022 il Bonus di 100 Euro solo a chi ha uno stipendio annuale di 15.000 euro

Detta in altri termini, da quest’anno il bonus mensile di 100 euro è assegnato solo chi rientra nel primo scaglione IRPEF.

Per tutti coloro che hanno retribuzioni tra i 15.000 e i 28.000 euro, ovvero per il secondo scaglione, l’integrazione resta in essere solo a patto che la somma di tutte le detrazioni spettanti sia maggiore dell’imposta lorda dovuta.

Nella casistica di cui sopra l’emolumento viene calcolato sullo scarto tra detrazioni e IRPEF e, in ogni modo, per un ammontare massimo di 1200 euro. Ovviamente, affinché il bonus possa essere riconosciuto, è necessario che l’imposta netta sia negativa.

Il bonus da 100 euro, infine, non viene più assegnato a coloro che si vedono accreditare nei loro conto correnti degli stipendi annuali compresi tra 28.000 e 40.000 euro.

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Esame di Terza Media 2022: prove scritte e interrogazioni confermate

Read Next

Estate INPSieme 2022: invio domande fino al 15 marzo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: