Accoglienza degli studenti ucraini, pagina dedicata sul sito del Ministero dell’Istruzione

Vinkmag ad

Sul sito del Ministero dell’Istruzione è stata approntata una pagina dedicata all’accoglienza degli studenti ucraini. La landing page contiene indicazioni, consigli e risorse per permettere ai giovani in fuga dalla guerra di continuare il loro percorso scolastico nel sistema italiano. Un servizio utile che sarà un sicuro riferimento per gli stessi ragazzi, ma anche per docenti, famiglie e per chi si prodiga nell’inserimento sociale di questa sfortunata gioventù europea.

Le 4 sezioni della pagina dedicata all’accoglienza degli studenti ucraini

La pagina Web sul portale del Ministero dell’Istruzione si articola in 4 sezioni:

  • I Documenti del Ministero. Qui è possibile trovare i documenti ufficiali sull’accoglienza degli studenti ucraini.
  • Materiali per l’accoglienza e l’apprendimento. In questa sezione trovano spazio i contributi dei docenti e spunti utili per la riflessione pedagogica e didattica nelle varie scuole.
  • I racconti. Qui vengono confluite le storie personali degli alunni e quelle degli istituti che li hanno accolti.
  • Notizie utili. Con gli ultimi aggiornamenti relativi agli argomenti affrontati nel sito.

Il commento del Ministro Bianchi

Sul tema dell’accoglienza degli studenti ucraini il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, si è espresso con queste parole.

“Ringrazio i docenti, il personale e tutta la comunità scolastica che hanno dimostrato, una volta di più, solidarietà e generosità. Il pensiero di pace nasce nella scuola e nella scuola diventa azione concreta. Continueremo ad accogliere le alunne e gli alunni, le studentesse e gli studenti in arrivo dall’Ucraina, assicurando loro il sostegno necessario per proseguire il percorso formativo”.

Il link della pagina dedicata all’accoglienza degli studenti ucraini: https://www.istruzione.it/emergenza-educativa-ucraina/

Luca Parigi

Read Previous

Aggiornamento GPS 2022, dal 19 aprile al 9 maggio le date possibili: confronto con i sindacati

Read Next

24 CFU: perché sono così importanti e come ottenerli

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: