Insegnanti Tecnico Pratici, dal 2025 laurea e abilitazione per i concorsi

Vinkmag ad

Dal 2025 per accedere ai concorsi gli Insegnanti Tecnico Pratici dovranno avere laurea e abilitazione. Fino al dicembre 2024, invece, gli ITP potranno partecipare alle procedure concorsuali con il possesso del solo diploma. Questa appena descritta è una disposizione della Riforma Reclutamento Docenti approvata dal Governo e in procinto di approdare ai banchi del Parlamento.

I passaggi della Riforma Reclutamento Docenti sugli ITP

Per i futuri accessi ai concorsi degli Insegnanti Tecnico Pratici vanno considerati due precisi passaggi della Riforma Reclutamento Docenti.

Nel primo blocco di testo è possibile leggere che “costituisce requisito per la partecipazione al concorso relativamente ai posti di ITP, il possesso della laurea, oppure del diploma dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica di I livello, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso, e dell’abilitazione specifica sulla classe di concorso“.

Il secondo blocco invece contiene la specifica che fino al 2024 l’accesso alle procedure concorsuali da parte degli ITP potrà avvenire con il solo diploma con il possesso di una trentina di crediti formativi universitari.

“Sino al 31 dicembre 2024, sono comunque ammessi a partecipare al concorso per i posti comuni di docente di scuola secondaria di primo e secondo grado e per i posti di insegnante tecnico-pratico coloro che abbiano conseguito almeno 30 crediti formativi universitari o accademici del percorso universitario e accademico di formazione iniziale di cui all’articolo 2- bis, a condizione che parte dei crediti formativi universitari o accademici siano di tirocinio diretto“.

Ricapitolando, per l’accesso ai prossimi concorsi scolastici gli Insegnanti Tecnico Pratici dovranno avere:

  • Fino al 2024: diploma + 30 CFU
  • Dal 2025: laurea e abilitazione

Ora sarà necessario attendere qualche giorno per vedere se il testo approvato dal CDM riceverà anche il timbro positivo da parte del Parlamento e se verrà eventualmente modificato in questa sede.

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Graduatorie ATA 24 mesi 2022, invio delle domande da mercoledì 27 aprile

Read Next

Concorso Scuola Secondaria, in Sicilia tregenda per Lettere: alla prova orale solo il 6.6%

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular