Concorsi Scuola, dal 2025 prove con domande a risposta aperta

Vinkmag ad

Per i Concorsi Scuola dal 2025 ci saranno le prove con le domande a risposta aperta. Per fare un gioco di parole sarà messa una croce sulle crocette che in questi ultimi anni sono state fonti di critiche e discussioni. Probabilmente, infatti, questo nuovo “modus concorsandi” nasce anche dalla considerazione delle polemiche che sono sorte dopo il rilevamento di numerosi errori contenuti nel recente Concorso Scuola Secondaria. La disposizione è contenuta nel Decreto Legge sulla riforma del reclutamento docenti pubblicato il 30 aprile nella Gazzetta Ufficiale.

Dal 2025 addio alle crocette per il Concorso Docenti

Con la prossima introduzione delle prove con domande a risposta aperta si cerca quindi di perfezionare le prossime procedure concorsuali che vengono regolarmente svolte per le immissioni in ruolo di docenti.

In verità, gli stessi concorsi in toto non sono visti di buon grado da varie sigle sindacali che a più riprese hanno rimarcato la loro inadeguatezza per quanto concerne la regolarizzazione di tanti precari più o meno storici.

Quello che è sicuro è che la Scuola, tra Riforma del Reclutamento Docenti e Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, sta per andare incontro a un processo di profonda evoluzione che si spera possa portare a buoni risultati.

Allo stato attuale le problematiche non mancano e, ovviamente, molte di esse sono state anche acuite dai due anni di emergenza epidemiologica che ci stiamo lasciando alle spalle.

Vi ricordate le polemiche sui banchi a rotelle? Le discussioni sulla didattica a distanza? Aspettiamocene sempre tante altre perché il mondo della Scuola è popolato da tanti attori e ognuno vuole sempre riservarsi di dire la sua battuta.

Luca Parigi

Read Previous

Maturità 2022, requisiti e prova preliminare per i candidati esterni

Read Next

Scuola, certificazione del diritto alla Pensione 2022

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular