Bianchi, “Entro il 2031 la Scuola perderà un milione e mezzo di bambini”

Vinkmag ad

Intervenuto all’Assemblea Generale dell’Onu il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, rivela preoccupazione per il futuro della Scuola. Nel passaggio chiave del suo intervento il numero uno di Viale Trastevere dice: “Entro il 2031 la scuola italiana perderà un milione e 400mila bambini”. Un quadro decisamente inquietante anche in considerazione del notevole impegno economico che è stato affrontato per migliorare l’apparato delle scuole dell’infanzia. Quasi come dire che nel giro di qualche anno il fenomeno delle classi pollaio potrebbe risolversi in modo naturale.

Il ministro Bianchi e il futuro della Scuola

Per il responsabile del dicastero scolastico, in base agli attuali prospetti demografici, la Scuola di domani accoglierà molti meno alunni.

Ai giornalisti presenti per l’occasione, comunque, Bianchi ribadisce l’impegno economico compiuto in questi mesi: “Noi abbiamo messo quasi 5 miliardi su asili nido e scuole dell’infanzia. Questo è un passaggio storico per il nostro Paese. I nidi sono fondamentali, noi siamo un Paese che ha un problema micidiale. Dal 2020-21 al 2022-23 abbiamo perso quasi 300 mila bambini nelle nostre scuole e dal 2021 al 2031 ne perderemo un milione e 400 mila”.

“Questo – aggiunge – è un segno per il Paese, noi abbiamo fatto molto investimento sulle scuole materne, molto sull’infanzia e molto sull’accompagnamento”.

Un richiamo infine al ruolo dell’Istruzione per il futuro di domani: “L’istruzione è la sola chiave possibile per affrontare le sfide globali che abbiamo di fronte a noi e trasformare le società rendendole più inclusive e sostenibili”.

Luca Parigi

Read Previous

Bonus 150 Euro fino a 20.000 Euro: possibili beneficiari tra docenti e ATA

Read Next

Corsi di Perfezionamento Biennale Docenti su BES e Innovazione Scolastica

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: