Maturità 2021, il 14 giugno riunione plenaria delle commissioni di esame

Vinkmag ad

Le interrogazioni orali della Maturità 2021 avranno inizio mercoledì 16 giugno ma la macchina degli esami di Stato si metterà in moto a partire da lunedì 14 giugno. In questo giorno, infatti, si svolgerà la riunione plenaria delle commissioni di esame per stabilire le modalità di svolgimento delle prove. A partire dalle ore 08:30 le commissioni esaminatrici si ritroveranno per concertare ogni aspetto relativo a interrogazioni, giudizi finali, rispetto delle vigenti disposizioni ministeriali e altri temi. In questa occasione verrà anche estratta la lettera designante i cognomi dai quali cominceranno gli orali.

Esami di Stato 2021: le concertazioni della riunione plenaria del 14 giugno

Dopo la conclusione della riunione plenaria fissata per il 14 giugno verranno resi noti i calendari degli esami di Maturità 2021 e le date in cui saranno notificate le valutazioni.

Nel corso dell’incontro preparatorio di metà giugno i docenti che fanno parte delle varie commissioni di esame dovranno dichiarare se durante l’anno hanno impartito lezioni private a qualche candidato o se sono parenti di maturandi entro il quarto grado di parentela.

Nel caso in cui si dovesse verificare uno di questi casi il commissario dovrà essere necessariamente rimpiazzato perché la sua presenza potrebbe condizionare l’imparzialità del giudizio.

Durante la riunione plenaria vengono poi fissati i criteri per:

  • lo svolgimento dell’interrogazione
  • l’eventuale attribuzione della lode
  • l’assegnazione dei 5 punti bonus

In questa sede, infine, ricordiamo che le commissioni esaminatrici per gli esami di Stato 2021 sono formate da 6 docenti interni e da un presidente esterno.

Svolgimento della prova orale

Ogni esame avrà la durata di circa un’ora e inizierà dalla discussione di un elaborato che i candidati dovevano consegnare entro il 31 maggio. Successivamente l’interrogazione interesserà le varie discipline del percorso di studi.

Il voto finale è di massimo 100 punti dei quali 60 derivanti dalla carriera scolastica del triennio e 40 dagli esiti dell’interrogazione. Gli insegnanti si riservano la possibilità di attribuire i predetti 5 punti di bonus e la lode a studenti particolarmente brillanti.

Vincenzo Schirripa

Vincenzo Schirripa

Read Previous

A settembre 2021 rientro a scuola con la mascherina

Read Next

Assegnazioni provvisorie 2021: possibili date per docenti e ATA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular