Bonus 200 Euro, precari al 30 giugno esclusi dall’indennità

Vinkmag ad

I precari al 30 giugno esclusi dall’indennità del Bonus da 200 euro previsto dal Decreto Aiuti. Si tratta di 230.000 docenti con contratti in essere fino alla fine del mese scorso. La disposizione in questione sembra fare il paio con quelle che erano le modalità di assegnazione della Carta Docente e sembra quasi rimarcare che nel sistema scolastico italiano ci sono insegnanti di Serie A e di Serie B. Anche per le Partite Iva l’erogazione di questo piccolo buono è ampiamente all’orizzonte tanto che al momento non può essere visto neanche con il cannocchiale. Fa sconcerto pensare che il decreto ministeriale concernente le indicazioni per l’assegnazione agli autonomi doveva arrivare entro il 17 giugno, ossia 30 giorni dall’entrata in vigore del Decreto Aiuti.

Precari della Scuola esclusi dal Bonus 200 Euro

I 230.000 precari che non riceveranno il Bonus 200 Euro sono 180.000 supplenti e 50.000 lavoratori del personale Covid con contratti scaduti a metà di giugno.

Molti di questi ultimi, peraltro, devono ancora ricevere varie corresponsioni stipendiali arretrate, alcune addirittura relative all’Autunno 2021.

Perché i precari non riceveranno il Bonus 200 Euro? Per il semplice fatto che per i dipendenti pubblici il buono arriverà direttamente in busta paga con lo stipendio di luglio.

L’erogazione non può quindi avvenire per chi ha ricevuto l’ultimo pagamento il 30 giugno e non ne riceverà altri in questa Estate.

Il sempre puntuale Marcello Pacifico, presidente del sindacato Anief e instancabile difensore dei lavoratori ha annunciato: “Ennesimo affronto, se governo non cambia idea valutiamo ricorso”.

Luca Parigi

Read Previous

Certificazioni Linguistiche Inglese B2, C1, C2 riconosciute dal Miur

Read Next

Bianchi: “65mila assunzioni nell’Estate 2022″: 10mila in più del 2021

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: