Scuola, certificazione del diritto alla Pensione 2022

Vinkmag ad

È in dirittura di arrivo la certificazione del diritto alla Pensione 2022 per i lavoratori della Scuola. L’operazione è stata svolta congiuntamente da Inps e Ministero dell’Istruzione e alla data del 20 aprile aveva già portato alla valutazione del 95% delle richieste. Oltre che per l’erogazione dei vitalizi, questa procedura serve anche al dicastero scolastico per perfezionare le operazioni di mobilità e immissione in ruolo per il prossimo anno scolastico 2022/23. Le sedi territoriali dell’Inps si stanno già adoperando per fare in modo che il personale messo a riposo possa ricevere le corresponsioni pensionistiche dal 1° settembre 2022, dopo l’ultimo stipendio lavorativo di agosto.

Numeri della certificazione del diritto alla Pensione 2022 per la Scuola

Le valutazioni con esito positivo della certificazione del diritto alla Pensione 2022 per la Scuola hanno interessato 28.700 lavoratori così ripartiti:

  • 20.400 docenti
  • 7.600 lavoratori ATA
  • 400 insegnanti di Religione
  • 300 dirigenti scolastici
  • 60 operatori del personale educativo

Anche quest’anno, quindi, sono stati centrati gli obiettivi prestabiliti grazie alla sinergia tra la Direzione Generale Inps, il Ministero dell’Istruzione e l’operoso lavoro degli uffici territoriali.

Per facilitare le verifiche e coordinare le attività di monitoraggio è stata anche istituita una cabina di regia sempre pronta a risolvere eventuali criticità che potevano emergere nel corso delle attività di certificazione.

Per scoprire tutte le informazioni utili sulle prossime pensioni e sul binomio Inps/Ministero dell’Istruzione accedere a questa pagina del sito dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Concorsi Scuola, dal 2025 prove con domande a risposta aperta

Read Next

Concorso Stem, da oggi martedì 3 maggio via alle prove

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: