Didattica a distanza, gli strumenti online per lezioni via Web

Vinkmag ad

I migliori strumenti online per lezioni via Web di didattica a distanza comprendono il live streaming, le piattaforme scolastiche e le app dedicate. Tra i nomi che si sentono in questi giorni spiccano quelli di Google Classroom, WeSchool, Microsoft Team e altri mezzi digitali che docenti e studenti usano per proseguire le attività didattiche anche senza la presenza in aula.

I migliori strumenti di didattica a distanza

Scopriamo una lista dei migliori strumenti di didattica a distanza tra tools per videoconferenze, siti a carattere scolastico e soluzioni per il caricamento di immagini e di file audio e video.

  • Skype. Il famoso software di messaggistica istantanea e Voip è da molti anni una delle soluzioni preferite e più usate per le comunicazioni a distanza.
  • Google Classroom. Tramite questo servizio della suite di Google è possibile creare delle vere e proprie classi virtuali, caricare lezioni, assegnare compiti e ricevere le comunicazioni da parte degli studenti.
  • Hangouts Meet. Questo tool permette di comunicare via chat e di organizzare videoconferenze fino a 250 partecipanti.
  • Microsoft Teams. Anche questo strumento permette di creare videoconvegni, caricamento di file e creazione di team composti da più persone.
  • Forms. Ideale soprattutto per effettuare verifiche da parte dei docenti.
  • Edmodo. Utile per pianificare le attività della classe.
  • WeSchool Library. Ogni mese aiuta migliaia e migliaia di studenti con filmati, contenuti testuali ed esercizi di insegnanti ed esperti.
  • Redooc. Offre una vasta scelta di contenuti per effettuare ripassi di vari argomenti.
  • Indire. Il sito dà ai docenti la possibilità di seguire varie lezioni sul tema della didattica a distanza.

Oltre agli strumenti appena elencati non vanno dimenticate anche le dirette di Facebook, le storie di Instagram (usate anche dalla ministra Azzolina per comunicare le materie della Maturità 2020) e altri servizi offerti dai principali social network del Web.

I servizi social possono essere sfruttati anche perché per la didattica a distanza è raccomandato svolgere lezioni più brevi, di circa 20 minuti effettivi.

Vincenzo Schirripa

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Maturità 2020, l’esame di Stato è in pericolo? Le possibili soluzioni

Read Next

Edilizia Scolastica, 510 milioni di Euro ripartiti alle regioni italiane

13 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular