Università 2020-2021: aree di studio e sbocchi occupazionali

Vinkmag ad

Un nuovo anno di studio non è iniziato soltanto per gli alunni di scuole, primarie, medie e superiori, ma anche per coloro che seguiranno i corsi di laurea dell’Università 2020/2021. Con piani diversi per ogni facoltà, le lezioni universitarie si svolgeranno sia in presenza, ovvero con gli studenti in aula, sia con attività di didattica a distanza, vale a dire attraverso i vari servizi di videochat. Scopriamo quindi quali sono le principali aree di studio e le opportunità occupazionali offerte dagli studi accademici.

Aree di studio dell’Università 2020/2021

Le varie aree di studio dell’Università 2020/2021 consistono in questi ambiti disciplinari:

  • Area umanistica e sociale. Quali ad esempio Lettere e Filosofia.
  • Area medica e sanitaria. Es. Medicina e Scienze Infermieristiche.
  • Area economica, politica e giuridica. Es. Economia e Commercio, Scienze Politiche e Giurisprudenza.
  • Area di Ingegneria e Architettura. Es. Ingegneria Meccanica e Architettura.
  • Area psicologica e pedagogica. Es. Psicologia e Scienze Pedagogiche.
  • Area scientifica e informatica. Es. Biologia e Informatica.

In ambito generale, ciò che pesa sulla scelta di un determinato corso di laurea è il fatto che l’accesso a certi lavori è possibile soltanto se si è laureati.

In ogni modo, in fase di scelta è sempre bene mettere sulla bilancia i potenziali sbocchi professionali offerti da un dato tipo di laurea, ma anche le proprie passioni, le proprie capacità e le proprie ambizioni.

Sbocchi occupazionali

I corsi di laurea che continuano a offrire maggiori opportunità occupazionali sono quelli della facoltà di Ingegneria.

Anche gli iscritti a un corso di laurea dell’area scientifica, quali ad esempio Matematica, Fisica, Geologia, Scienze Naturali e la predetta Biologia hanno buone opportunità di trovare lavoro in un tempo ragionevolmente accettabile.

Infine, tra le lauree che offrono ottimi sbocchi occupazionali ci sono anche quelle a indirizzo sanitario e chimico-farmaceutico.

Numeri alla mano, i corsi di laurea che invece conferiscono un ottimo bagaglio culturale, ma che risultano meno funzionali da frequentare nell’ottica di trovare subito lavoro sono quelle di Lettere, Psicologia e Giurisprudenza.

Vincenzo Schirripa

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Liliana Segre: “Nessuno vorrebbe trovarsi nei panni della Azzolina”

Read Next

Lezioni universitarie in presenza da lunedì 21 settembre

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular