Oggi, 5 ottobre, è la Giornata Mondiale degli Insegnanti 2020

Vinkmag ad

Oggi, lunedì 5 ottobre, è la Giornata Mondiale degli Insegnanti 2020. La festa è nata nel 1994 e internazionalmente prende il nome di World Teachers’ Day. Ovviamente la finalità di questa ricorrenza annuale è quella di ricordare il grande operato che i docenti svolgono ogni giorno e il loro ruolo chiave nella preparazione delle nuove generazioni. Riguardo ai crediti organizzativi l’appuntamento è organizzato in sinergia da UNICEF, PNUD, Organizzazione internazionale del lavoro e l’Internazionale dell’Educazione.

Il tema dell’edizione 2020 della Giornata Internazionale degli Insegnanti

L’argomento cardine della Giornata Mondiale degli insegnanti 2020 è “Insegnanti: gestire una crisi e immaginare un altro futuro”. Il tema rimanda a tutte le difficoltà connesse allo svolgere questo delicato ruolo durante la pandemia da Coronavirus che sta colpendo l’intera umanità dall’inizio dell’anno.

L’UNESCO ha argomentato la scelta di questo tema in una nota: “Oggi è il momento di riconoscere il ruolo degli insegnanti nel garantire che una generazione di studenti possa raggiungere il suo pieno potenziale, e l’importanza dell’educazione per la crescita economica e la coesione sociale durante e dopo la pandemia. Oggi è il momento di immaginare nuovamente l’educazione e raggiungere la nostra visione di uguaglianza di accesso per tutti i bambini e le bambine a un’istruzione di qualità”.

Purtroppo svolgere il ruolo di insegnante è sempre più difficile perché in primis mancano opportunità di lavoro e anche quando un docente riesce a ottenere una cattedra ci sono sempre molte problematiche da affrontare, oltre che scarsissimi riconoscimenti professionali.

Per quanto riguarda l’Italia, tra carenze strutturali degli edifici scolastici, mancanza di fondi e disagi organizzativi, gli insegnanti di casa nostra stanno diventando dei grandissimi specialisti in problem solving.

Vincenzo Schirripa

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Docenti mancanti, la situazione supplenze dopo 20 giorni dall’inizio del nuovo anno

Read Next

Covid nelle scuole: per ora contagiato solo lo 0,021 per cento degli studenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular