8 per 1000 all’edilizia scolastica: proposto emendamento al Decreto Legge

Vinkmag ad

Con il sostegno della maggioranza, la relatrice M5S Carla Ruocco ha presentato alla Camera un emendamento al decreto fiscale che vorrebbe introdurre la possibilità per i contribuenti di devolvere l’8 per 1000 all’edilizia scolastica e quindi a misure di ristrutturazione e risanamento degli istituti scolastici nazionali. Il cattivo stato in cui versano molte delle 40.000 scuole italiane è stato recentemente evidenziato anche da una relazione della Fondazione Agnelli.

L’8 x 1000 alle scuole italiane: lo propone Carla Ruocco

La pensata di poter iniziare a devolvere, in sede di dichiarazione dei redditi, l’8 x 1000 alle scuole italiane merita sicuramente di essere presa in piena considerazione da chi di dovere.

Il gettito risultante da questa importante modifica potrebbe risultare fondamentale per arrestare il degrado in cui versano molti plessi scolastici del Belpaese, potrebbe servire a garantire la loro ristrutturazione e a compiere una loro accurata messa in sicurezza.

Se solo consideriamo che la quota di 8 x 1000 Irpef di competenza statale quest’anno è risultato essere di più di 24 miliardi di Euro e aggiungiamo a questo ammontare la somma di 6 miliardi di euro destinata all’edilizia scolastica arriviamo a un totale di oltre 30 miliardi di euro.

La Fondazione Agnelli ha recentemente stimato che per compiere una profonda ristrutturazione delle scuole italiane servirebbero almeno 200 miliardi di euro, ma già 30 miliardi potrebbero sicuramente servire a effettuare le opere più urgenti.

La proposta sull’otto per mille che verrà depositata in Commissione Finanze, mira anche a bypassare l’effetto deroga per le risorse indirizzate alla manutenzione statale degli istituti nelle dichiarazioni dei redditi che vanno dal 2019 al 2028.

Comunque sia si tratta di un emendamento importante, di una richiesta di modifica che potrebbe aprire un nuovo importante capitolo sociale. Alla fine sarebbe anche giusto che chi paga le tasse possa avere il diritto di devolvere il proprio 8 x 1000 al risanamento delle scuole dove stanno studiando o dove studieranno i propri figli.

Luca Parigi

Read Previous

Nuovo TFA Sostegno 2020: titoli e requisiti di accesso per il quinto ciclo

Read Next

Scuole Professionali, 7 studenti su 10 trovano lavoro in poco tempo

2 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular