Annullamento del numero chiuso per Medicina: a chiederlo il sottosegretario Costa

Vinkmag ad

Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa chiede l’annullamento del numero chiuso per Medicina sostenendo che la prova non è indice di meritocrazia. Nel corso di un incontro all’Università di Pisa l’esponente politico ha detto: “Sono convinto che il numero chiuso all’università per accedere alla facoltà di medicina sia superato e che sia necessario garantire maggiore meritocrazia per accedere alla formazione universitaria”. In effetti la prova che deve determinare un funnel per le iscrizioni al primo anno di corso risulta ormai obsoleta e non è detto che sia la migliore soluzione in assoluto per testare la preparazione di un candidato.

L’intervento completo di Andrea Costa

Sulla richiesta di annullamento del numero chiuso a Medicina scopriamo il preciso passaggio dell’intervento di Andrea Costa all’ateneo pisano.

Riguardo alla preparazione degli studenti, in luogo del test a monte il sottosegretario chiede delle verifiche durante il corso di studi: “Non credo che il test d’ingresso sia un indice di meritocrazia pertanto credo che, condividendo questa riflessione con il ministero dell’Università, si possa trovare un punto di equilibrio magari fissando la verifica di precisi obiettivi di rendimento di ciascun studente ogni dopo uno, due anni: questo credo che sia un buon compromesso per assicurare criteri davvero meritocratici di accesso più di un semplice test di ingresso”.

Il pensiero di Costa riscontra vari consensi tra i quali quello del Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia: “Ben venga questo pronunciamento del sottosegretario alla Salute. Mi auguro che apra più di una breccia. Lo dico perché sono una persona che da sempre sostiene che un bravo chirurgo deve essere selezionato sul campo dopo averlo portato in sala operatoria o che un bravo pediatra deve dimostrare il suo valore in corsia con il paziente. Di certo non a 19 anni con test di selezione con domande a eliminazione”.

“Noi siamo per una visione meritocratica – aggiunge il governatore veneto – grazie alla quale le qualità non si accertano con un test all’ingresso. Il futuro professionista al quale affidiamo la nostra salute deve essere valutato sul campo. Quindi ribadisco: possibilità di accesso all’iscrizione per tutti, e grande selezione nel percorso formativo”.

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Sciopero Scuola 30 Maggio 2022 indetto dai sindacati

Read Next

Ultimo giorno di scuola 2021/22 per ogni regione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular