Sciopero di venerdì 10 dicembre 2021: adesione al 6,2%

Vinkmag ad

Per lo sciopero di venerdì 10 dicembre 2021 il tasso di adesione è salito al 6,2%. Il risultato non si discosta tanto dalla proiezione iniziale che si era attestata sulla ragione percentuale del 5.1%. Per capire il tutto con più immediatezza, alla manifestazione hanno aderito circa 90.000 lavoratori su una platea complessiva di circa 1.400mila dipendenti scolastici tra docenti e personale amministrativo, tecnico e ausiliario. L’incremento nell’adesione è stato notificato dal ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, che non ha perso occasione per avanzare qualche perplessità sulla decisione presa dalle sigle sindacali di opporsi alla manovra economica prevista per il 2022.

Il numero 1 del dicastero di Viale Trastevere ha detto che il Governo Draghi, di cui è un ministro, “dal 13 febbraio scorso ha investito 10 miliardi di euro nel comparto scolastico e nelle infrastrutture, 2 miliardi di euro per la riapertura delle scuole in presenza e ha assunto 62.000 insegnanti” in vista di giungere “al numero di 100.000 assunti” nel 2022.

Il ministro Patrizio Bianchi ha poi rimarcato che l’esecutivo sta continuando a stanziare fondi senza sosta per la Scuola e quindi, a maggior ragione, non riesce a comprendere in pieno le motivazioni delle sigle sindacali riguardo alla Manovra di Bilancio del prossimo anno. Tuttavia il Professore, dall’alto della sua esperienza, dice anche anche di capire che “ognuno debba prendere le sue posizioni“.

Luca Parigi

Read Previous

Concorso infanzia e primaria 2021: lunedì 13 dicembre inizio delle prove scritte

Read Next

Scuola e Italia Domani, presentazione del PNRR per la Scuola a Expo Dubai

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular