Percorsi Abilitanti Docenti, informazioni per chi è in possesso di 24 CFU

Vinkmag ad

Riguardo ai prossimi percorsi abilitanti per docenti, diamo alcune importanti informazioni per chi è in possesso di 24 CFU conseguiti entro il termine ultimo del 31 ottobre 2022. Le specifiche in questione sono di riferimento anche per la partecipazione ai prossimi concorsi. Per saperne di più sulle prossime acquisizioni di crediti formativi universitari, o per aggiornare il proprio curriculum di insegnante, scoprire l’esaustiva offerta formativa del noto centro studi Formacenter.

Percorsi da 36 CFU per chi ha 24 CFU: cosa c’è da sapere

Durante suo intervento al portale web Orizzonte Scuola, il rappresentante sindacale Attilio Varengo, di Cisl Scuola, ha fatto luce sui percorsi da 36 CFU che dovrebbero interessare i docenti con i 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022.

‘I percorsi da 36 CFU – ha commentato Varengo – esistono solamente per la fase transitoria. Vuol dire che il Ministero, fino al 31 dicembre 2024, per venire incontro a coloro che, in forza del precedente ordinamento, già possedevano i 24 CFU, ha cercato, nelle norme transitorie l’articolo 18 bis del nuovo decreto legislativo N. 59, di tenere conto anche di questa situazione’

‘Di conseguenza – continua Varengo – il Ministero ha previsto non tanto l’attivazione dei percorsi da 36 CFU quanto la possibilità da parte dei docenti che dispongono di 24 CFU di partecipare in deroga al concorso. Questo significa che il candidato al concorso, superando le prove, avrà titolo ad accedere alla seconda tranche dell’abilitazione rappresentata dai 36 CFU’

‘C’è da fare un’ulteriore precisazione – prosegue il rappresentante sindacale – il DPCM e anche il decreto legislativo prevedono il riconoscimento dei 24 CFU, fatto salvo quello dei 10 CFU di tirocinio diretto. Questo significa che un docente potrà eventualmente iscriversi a un percorso abilitante da 60 CFU, vedendosi comunque riconosciuti i 24 CFU: potrà partecipare, dunque, a un percorso pieno, al netto dei 24 CFU già posseduti. Però, non si tratta di creazione di corsi da 36 CFU anche perché negli allegati al DPCM non vi è traccia di questa tipologia di percorsi’.

Seguici su Google News

Luca Parigi

Read Previous

M’illumino di Meno 2024, il 16 febbraio la Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili

Read Next

Scuola Primaria, tornano i giudizi da insufficiente a ottimo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: