Miur, al via la campagna digitale #Quellochesaremo

Vinkmag ad

Nel corso della mattina di mercoledì 4 dicembre è stata presentata al Miur la campagna digitale #Quellochesaremo. La presentazione è stata curata dal Ministro all’Istruzione Lorenzo Fioramonti alla presenza della Vice Ministra Anna Ascani e della Sottosegretaria Lucia Azzolina. La campagna è incentrata sulla correlazione semantica tra termini delle istituzioni democratiche e scolastiche. La promozione è partita con un video sui canali social del Miur e continuerà con la card social, con il coinvolgimento di personaggi in vista e attraverso il buzz dell’ampia community digitale del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.

La scuola elemento di base del futuro italiano

Per sottolineare l’importanza della scuola per la società italiana nel corso del lancio della campagna digitale #Quellochesaremo sono state adoperate varie metafore che mettono in relazione le istituzioni scolastiche con il vivere civile.

In particolare, le classi in cui ogni giorno vengono svolte le lezioni sono “l’aula più importante del Paese”, i gruppi di ricercatori capaci di distinguersi in vari settori a livello mondiale sono “la coalizione per il domani”, i “banchi in cui si decide il futuro” sono le stesse scuole e gli atenei universitari, mentre i “giochi di palazzo” sono semplicemente i momenti ludici e gli eventi di crescita che gli studenti italiani trascorrono e vivono negli istituti del Belpaese.

Guarda il video della campagna sulla pagina Facebook Miur Social: https://www.facebook.com/watch/?v=683027305555275

In questi giorni il Miur è anche impegnato su altri fronti; giovedì 5 dicembre, infatti, è in programma la Giornata Mondiale del Suolo 2019 per la quale il ministero ha diramato un’apposita circolare, mentre un’altra comunicazione è attesa per le modalità di pensionamento 2020.

Considerato il periodo in corso riguardiamo anche il calendario delle vacanze di Natale 2019.

Vincenzo Schirripa

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Studentesse intossicate dallo spray al peperoncino in una scuola media di Roma

Read Next

Docenti delusi e demotivati, il rapporto Ocse-Pisa ne ha anche per gli insegnanti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular