Italia in Zona Rossa: 31 dicembre, 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio

Vinkmag ad

Per il periodo di Capodanno e dell’Epifania ci sarà il ritorno dell’Italia in Zona Rossa nei giorni 31 dicembre, 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio. Il ritorno nella massima area di criticità Covid interesserà quindi il giorno di San Silvestro, Capodanno, il primo weekend del 2021, la vigilia dell’Epifania e lo stesso giorno della Befana. Nella sola giornata del 4 gennaio, invece, torneranno in vigore le misure fissate per la Zona Arancione.

Regole e misure della Zona Rossa

In linea generale per ripassare le regole e le misure della Zona Rossa possiamo rifarci all’immagine in calce. Tuttavia per il periodo delle festività natalizie, attraverso il DPCM del 3 dicembre, il Governo ha concesso delle eccezioni.

Per quanto riguarda gli spostamenti, ad esempio, è possibile uscire di casa per spesa, salute, lavoro, studio e necessità, ma anche per fare visita una volta al giorno a parenti o amici.

La visita può avere come destinatari anche familiari e a persone care che stanno fuori dal comune di residenza, ed entro i confini regionali, ma va fatta entro l’orario 05:00-22:00.

Onde evitare di incorrere in spiacevoli sorprese è necessario ricordare che per il giorno di Capodanno, ovvero il 1° gennaio, ogni cittadino italiano potrà muoversi dalle ore 07:00 alle 22:00 e non dalle 05:00 alle 22:00 come negli altri giorni.

In Zona Rossa, comunque, ogni volta che si esce di casa è sempre necessario portare con sé un’autocertificazione opportunamente compilata con tutti gli estremi utili per un’eventuale verifica.

Per tutte le altre disposizioni da seguire in Zona Rossa restano valide le regole indicate nell’immagine seguente.

Regole Zona Rossa

Le misure testé riportate potrebbero essere “mitigate” da alcune ordinanze regionali e pertanto un buon consiglio è anche quello di controllare se i governatori delle varie regioni italiane hanno stabilito alcune regole più soft. In ogni modo, ciò avviene soprattutto nel corso delle permanenze in Zona Arancione.

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Scuola Online: la sezione Learning di Raiplay

Read Next

Pericolo Virus Online: attenzione a false mail provenienti dal Ministero dell’Istruzione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular