Bianchi: dal 10 gennaio 2022 didattica in presenza, ma libertà a sindaci e governatori

Vinkmag ad

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, si è espresso riguardo alla riapertura delle scuole dopo le vacanze di Natale. Il responsabile del dicastero di Viale Trastevere ha annunciato che dal 10 gennaio 2022 ripartirà la didattica in presenza, ma che i sindaci e i governatori regionali avranno libertà di decidere eventuali chiusure per casi emergenziali. Al riguardo il numero uno del ministero scolastico dice: “laddove ci sono condizioni straordinarie, con focolai isolati, i presidenti di regione e sindaci possono disporre chiusure isolate, non diffuse, e allo scopo di verificare lo stato in quel cluster”.

I dati dei contagi Covid tra gli Under 20

Per quanto concerne l’andamento dei contagi Covid tra i giovani in età scolare, tra gli under 20 ci sarebbe un tasso di positività del 26%, una ragione percentuale che di fatto corrisponde a un positivo su quattro.

I ragazzi tra 12 e 19 anni che si sono sottoposti alla somministrazione vaccinale sono 3,7 milioni, mentre tra i 5 e gli 11 anni sono 170.000. Considerate le fasce di età il primo dato si riferisce ai ragazzi che frequentano le scuole medie e superiori, mentre il secondo agli alunni delle scuole primarie.

Le classi in quarantena hanno già superato la soglia di 10.000 e questo dato ovviamente origina un oggettivo e notevole dubbio circa l’opportunità di rientrare nelle aule scolastiche dopo le vacanze natalizie.

Per il ritorno tra i banchi, in ogni modo, è al vaglio l’opportunità di introdurre l’uso delle mascherine Ffp2 per cercare di arginare in modo più efficace la diffusione del virus.

Luca Parigi

Read Previous

Maturità 2022, la nuova ipotesi prevede scritto di Italiano più maxi orale

Read Next

Bonus per Asilo Nido: domande entro il 31 dicembre in base all’ISEE

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular