Firenze, sicurezza a rischio in molte scuole fiorentine

Vinkmag ad

Venerdì 8 novembre in molte scuole della provincia di Firenze si sono svolte varie assemblee di docenti e personale Ata organizzate dai principali sindacati scolastici sul tema della sicurezza. Le riunioni in questione hanno portato alla luce gravi carenze di tipo strutturale e seri problemi di deficit in organico. In particolare, le problematiche di tipo strutturale riguardano allagamenti, barriere architettoniche e classi pollaio, mentre per quanto riguarda il personale in organico è già nota la seria mancanza di personale ATA.

Gli esiti delle assemblee a tema sicurezza nelle scuole di Firenze e provincia

Organizzate dalle principali sigle sindacali scolastiche Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Gilda Unams, le assemblee che si sono svolte durante la giornata di venerdì 8 novembre in molti istituti di Firenze e provincia hanno fotografato una situazione molto preoccupante.

Tanto per cominciare, per il cosiddetto fenomeno delle “classi pollaio”, in alcune scuole fiorentine varie classi hanno un numero di studenti ben superiore a quanto indicato dalle normative di sicurezza e in alcuni casi raggiungono e superano il numero di 30 alunni.

Riguardo al personale amministrativo, tecnico e ausiliario, i sindacati sostengono che per garantire un minimo livello di sorveglianza nelle scuole di Firenze e dintorni servirebbero almeno 110 collaboratori scolastici in più rispetto ai 2.300 attualmente in organico. La conseguenza è che interi piani di vari istituti sono privi di sorveglianza in determinati momenti della mattina o della giornata.

Per quanto concerne le problematiche architettoniche e le carenze strutturali, alcuni istituti rischiano di essere interessati da allagamenti e da infiltrazioni di acqua, in altri plessi mancano le rampe per disabili (alle soglie del 2020 !?!) e altre strutture iniziano a sentire seriamente il peso degli anni.

Tra gli altri problemi sono emersi spazi inagibili, parapetti facilmente scavalcabili, infissi rotti, elementi pericolanti e ambienti esterni poco decorosi.

Luca Parigi

Read Previous

Permessi brevi retribuiti scuola: erogazione e modalità di fruizione

Read Next

Censis, in Italia il primato dello studio va alle donne

One Comment

  • […] Oggi, venerdì 22 novembre, è la Giornata Nazionale per la sicurezza nelle scuole 2019. L’evento prevede vari appuntamenti, promossi da Cittadinanzattiva, in alcuni centri italiani. Al momento le iniziative più importanti correlate all’evento pare che si svolgeranno a Roma, Milano, Napoli, Rivoli (TO) e all’Aquila dove è in programma un flash mob. In tema di sicurezza, nel mese di novembre, si è anche svolta un’importante assemblea nelle scuole di Firenze e provincia. […]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular