Anief propone il ruolo di docente quale professione gravosa

Vinkmag ad

Il sindacato scolastico Anief propone il ruolo di docente quale professione gravosa. Con la presentazione di alcuni emendamenti alla manovra in approdo alla V Commissione Bilancio in Senato, la sigla sindacale chiede che al corpo insegnante vengano concessi i medesimi trattamenti pensionistici applicati al personale delle forze dell’ordine. A tale riguardo, con la riforma pensionistica attuata dal governo Monti il numero di docenti in età avanzata è aumentato, al punto che oggi due insegnanti su tre hanno ormai più di 50 anni.

La parola al presidente Anief Marcello Pacifico

Riguardo alla proposta avanzata da Anief, il presidente dell’associazione Marcello Pacifico si è espresso con queste parole: “Si tratterebbe di estendere al corpo docente gli stessi trattamenti pensionistici del personale delle forze dell’ordine, allargando l’attuale finestra di pensione anticipata prevista soltanto per militari e professioni assimilate”.

“Se anche l’OMS recentemente ha affermato che il burnout è il tipico malessere cronico che si riscontra nei lavoratori della scuola, poiché comporta una sindrome che conduce allo “stress cronico” impossibile da curare con successo, c’è davvero da preoccuparsi e da affrontare il problema.”, continua Pacifico.

“Per noi – dice infine Pacifico – allo stato attuale delle cose non c’è altra scelta che collocare l’insegnamento, non solo quello nella scuola dell’infanzia, tra le professioni gravose, quindi nell’Ape Social”.

Ad avallare e a dare un riscontro scientifico a questo problema, secondo Anief, sono anche gli studi in materia condotti dal dottor Vittorio Lodolo D’Oria. Lo stesso D’Oria, riconosciuto quale uno dei massimi esperti sull’argomento, ha anche ricordato che dal 1992 al 2012, ovvero nell’arco di 20 anni, si sono succedute quattro riforme previdenziali ‘al buio’, cioè senza considerare la salute dei docenti.

Per la sigla sindacale la copertura finanziaria alla proposta di considerare il ruolo di docente quale professione gravosa sarebbe assicurata dal fondo di cui al comma 200 articolo 1 della legge 23 dicembre 2014 n. 190.

Luca Parigi

Read Previous

Bullismo nelle scuole: tra le nuove misure numero verde e allontanamento da casa

Read Next

Decreto Scuola: emendamenti al vaglio dal 18 novembre, il testo in Aula alla camera il 25

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular