Carta del Docente negata ai precari: no al bonus di 300 Euro per i supplenti

Vinkmag ad

Carta del Docente negata ai precari e quindi no al bonus di 300 Euro per i supplenti. Fuoriesce dal Decreto scuola la norma che intendeva estendere la fruizione dell’emolumento a insegnanti precari. La commissione Bilancio al Senato ha preso questa decisione dopo le disposizione in merito della Ragioneria dello Stato. La norma, a sua volta, era stata inserita nel corso dell’esame in Commissione Istruzione e prevedeva che per l’anno 2020 la Carta del Docente sarebbe stata estesa ai docenti con contratto a tempo determinato per mezzo di un bonus di 300 euro, invece che 500 euro come stabilito per gli insegnanti di ruolo.

No alla Carta del Docente per gli insegnanti precari

Allo stato attuale delle cose non c’è copertura finanziaria sufficiente per estendere la Carta del Docente ai precari.

Per questo motivo gli insegnanti supplenti con incarichi annuali o contratti fino al 30 giugno non potranno fruire dell’atteso bonus di 300 euro che era stato incluso nella bozza del Decreto Scuola.

L’emendamento in merito prevedeva lo stanziamento di 40 milioni di euro per coprire l’intera operazione, ma sul filo di lana la calcolatrice della Ragioneria dello Stato ha palesato l’impossibilità di perfezionare quanto era stato pensato.

Fuoriuscita dal Decreto Scuola, non è detto che la norma non possa essere reinserita in altre bozze o già nel prossimo Decreto Rilancio. Lo stesso sottosegretario all’Istruzione, Giuseppe De Cristofaro, dice che a livello ministeriale c’è tutta l’intenzione di provare a concretizzare questo provvedimento economico.

Oltre al bonus da 300 euro per i precari, dal dibattimento del Decreto Scuola in Senato è stato lasciato fuori anche il concorso riservato per gli specializzati sul sostegno.

Vincenzo Schirripa

Read Previous

A scuola a settembre: mascherine, lunch box e altre disposizioni del Comitato Tecnico Scientifico

Read Next

Educazione è salute: il manifesto dei bambini in ospedale

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular