Educazione è salute: il manifesto dei bambini in ospedale

Vinkmag ad

Educazione è salute è il nome del manifesto dei diritti e dei principi di cui devono fruire i bambini in ospedale. Questo documento è promosso dalla sinergia tra il Ministero dell’Istruzione, l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza e l’AOPI, ovvero l’Associazione Ospedali Pediatrici Italiani. Da questa intesa deve sortire una collaborazione continuativa finalizzata a favorire tutte le pratiche e tutte le iniziative in grado di favorire le attività di istruzione nei nosocomi ospedalieri italiani e fuori di essi.

I contenuti del manifesto Educazione è Salute

Alla base del documento Educazione è Salute ci sono i protocolli stipulati tra le parti sinergiche e tre documenti chiave.

I documenti ispiratori in questione sono:

  • la Carta dei diritti del bambino in ospedale,
  • la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza,
  • le Linee di indirizzo nazionali sull’istruzione in ospedale e quella domiciliare.

Il testo è poi diviso in valori di riferimento e in principi guida.

Valori di Riferimento

Tra i valori di riferimento di Educazione è Salute figurano i seguenti:

  • Responsabilità. Farsi garanti dell’istruzione e dei processi di crescita dei bambini.
  • Attenzione. Salvaguardia dei diritti dei bambini di ogni età, ceto e razza.
  • Empatia. Calarsi nei panni dei piccoli e cercare di comprendere il loro stato d’animo.
  • Cura. Dall’ascolto delle singole necessità alle cure decise dal personale medico.
  • Solidarietà. L’appoggio di chiunque vorrà avallare e appoggiare l’operato di questo manifesto.

Principi Guida

Tra i principi guida del manifesto invece figurano:

  • Uguaglianza. Il diritto di ogni bambino in ospedale ad avere pari opportunità.
  • Benessere. Promozione di iniziative e di buone pratiche per favorire il benessere fisico, psicologico, emotivo e relazionale dei piccoli ricoverati.
  • Salute. Informazione costante sulle condizioni individuali e su quanto è possibile fare per concorrere al loro miglioramento.
  • Rete. Garantire l’accesso gratuito al Web per tutti i bambini ospiti delle strutture ospedaliere.
  • Sicurezza. Rispetto di tutti i protocolli sanitari per evitare l’insorgenza di infezioni.
  • Educazione. Necessità di garantire continuità ai processi educativi per i piccoli in ospedale o al loro domicilio.
  • Integrazione di conoscenze e di competenze. Apprendimenti, materiali e nuovi percorsi che possono risultare utili alla causa appena descritta.

Leggi subito il testo completo!

Avatar

Luca Parigi

Read Previous

Carta del Docente negata ai precari: no al bonus di 300 Euro per i supplenti

Read Next

Ultimo giorno di scuola insieme all’aperto: per il CTS si può fare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular