Carta del Docente: proroga al 30 giugno per acquisto di strumenti per didattica a distanza

Vinkmag ad

È stata decisa la proroga al 30 giugno 2021 per l’acquisto di strumenti per la didattica a distanza attraverso il Bonus di 500 Euro della Carta del Docente. Il Ministero dell’Istruzione specifica che “Dal 11 marzo 2020 al 30 giugno 2021 è ammesso l’acquisto di dispositivi hardware finalizzati all’aggiornamento professionale anche per organizzare una didattica a distanza come webcam e microfoni, penne touch screen, scanner e hotspot portatili.” Originariamente il termine ultimo era stato fissato al 31 dicembre 2020.

Carta del Docente: a chi spetta e quanto dura

La Carta del Docente, con il relativo bonus di 500 Euro, è un appannaggio straordinario riservato agli insegnanti di ruolo delle scuole statali. L’emolumento pertanto non spetta ai docenti a tempo determinato.

Il bonus per l’anno scolastico 2020/21 è stato erogato ai primi giorni di settembre e avrà validità fino alla data del 31 agosto 2022.

Attraverso questo credito è possibile acquistare pc, hardware, tablet, device di vario tipo, ma anche libri, atlanti, dizionari, corsi online e qualunque altro articolo o prodotto che possa risultare utile ai fini scolastici.

Da questo si desume che il bonus non è utilizzabile per acquistare vestiario, biglietti per viaggi, soprammobili e articoli per il tempo libero.

Scopri alcune domande frequenti sulla Carta del Docente: accedi al PDF.

Rientro a scuola dal 7 gennaio ma non per tutte le Regioni

La proroga per l’acquisto di strumenti utili per la Did attraverso la Carta del Docente risulta particolarmente funzionale al fatto che non tutte le regioni italiane hanno deciso di riaprire le scuole il 7 gennaio.

Il Veneto e il Friuli, infatti, hanno già dichiarato che le scuole superiori dei loro territori riapriranno i portoni il 31 gennaio; gli istituti secondari di secondo grado delle Marche ripartiranno in presenza l’1 febbraio, mentre in Campania il rientro sarà scaglionato dall’11 al 25 gennaio.

Vincenzo Schirripa

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Zona Bianca: una nuova fascia pensata dal Governo potrebbe partire il 15 gennaio

Read Next

Rientro a scuola per le scuole superiori l’11 gennaio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular