PEI: il nuovo Piano Educativo Individualizzato per studenti disabili

Vinkmag ad

PEI è l’acronimo del nuovo Piano Educativo Individualizzato per studenti disabili che nelle ultime ore è stato spedito alle scuole italiane. Il modello nazionale in questione contiene le direttive specifiche per tutti gli alunni con disabilità al fine di garantirne l’inclusione scolastica. Nel documento sono quindi indicate le professionalità necessarie, gli strumenti di ausilio, le attività didattiche, gli obiettivi da perseguire e le modalità per la valutazione. Compilare lo strumento è un compito del Gruppo di Lavoro Operativo (GLO) per l’inclusione, ma che interessa anche il corpo docente, le famiglie e gli operatori sanitari.

L’adozione del PEI per l’anno scolastico 2020/2021

Per l’anno scolastico 2020/2021 le scuole avranno due scelte:

  • Proseguire a usare i modelli di PEI già compilati
  • Aggiornarli sulla base della la nota ricevuta martedì 13 gennaio.

Il nuovo modello di PEI dovrà essere necessariamente adottato a partire dall’anno scolastico 2021/2022 e dovrà essere già usato per il PEI provvisorio da approntare, per i nuovi iscritti, entro la data del 30 giugno (vedi modello esemplificativo in fondo).

Il Piano Educativo Individualizzato è strutturato intorno alla considerazione di 4 dimensioni:

  • Socializzazione e Interazione
  • Comunicazione e Linguaggio
  • Autonomia e Orientamento
  • Apprendimento, Cognizione e Neuropsicologia

Per determinare un ambiente inclusivo sarà necessario considerare la presenza di elementi positivi e negativi quali professionalità, risorse adeguate, ausili disponibili e barriere architettoniche.

Il Piano Educativo Individualizzato serve anche a indicare il numero di ore di sostegno alla classe, gli interventi da effettuare per assicurare l’assistenza generica ed igienica e quant’altro possa risultare utile al perfezionamento del processo inclusivo.

Per venire incontro alle scuole e alle famiglie, il Ministero dell’Istruzione sta predisponendo uno strumento informatico di compilazione del PEI capace di interagire con le banche dati già in essere.

Da alcune ore, inoltre, è anche disponibile un’apposita pagina online dedicata all’indirizzo www.istruzione.it/inclusione-e-nuovo-pei/.

Scarica un esempio di PEI per la Scuola Primaria.

Luca Parigi

Luca Parigi

Read Previous

Middle Management a Scuola: cos’è e perché se ne parla

Read Next

Azzolina: i vaccini per il personale scolastico siano prioritari

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular