PNSD 2021: per il Piano Nazionale per la Scuola Digitale 101 milioni

Vinkmag ad

Il PNSD 2021 è il Piano Nazionale per la Scuola Digitale per il quale saranno stanziati 101 milioni di Euro per la formazione degli insegnanti e per i laboratori didattici. La destinazione dei fondi è stata sancita con il decreto del Ministro dell’istruzione del 30/04/2021, n. 147, in via di registrazione presso gli organi di controllo. Il documento in questione fissa un investimento di oltre 66 milioni di euro, ai quali sono da sommare altri 35 milioni di euro per attività formative digitali dei docenti e del personale scolastico. A tale riguardo, il ministro Patrizio Bianchi dice: “Con questo intervento puntiamo ad accrescere le competenze digitali dei nostri studenti. Nuovi laboratori e spazi STEM permetteranno di lavorare e apprendere con metodologie didattiche innovative. I fondi stanziati sono fondamentali per un progetto di scuola che va oltre la pandemia.”

PNSD 2021: gli altri fondi per le attività digitali per le scuole

Il medesimo decreto di fine aprile del dicastero di Viale Trastevere fissa anche altre importanti risorse per le attività digitali nelle scuole.

A seguire le principali destinazioni in milioni di euro e in ordine di ammontare:

  • 25.000.000 Fondi PON per le attiità di formazione degli animatori digitali e per tematiche quali inclusione digitale, cybersicurezza e media education.
  • 10.000.000 per la formazione e gli aggiornamenti sulle metodologie didattiche innovative.
  • 8.184.000 per il potenziamento delle iniziative per l’innovazione didattica e digitale negli istituti scolastici.
  • 4.189.056 per il potenziamento delle competenze digitali degli studenti attraverso metodologie all’avanguardia, con particolare riferimento alle STEAM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Matematica e Arti)
  • 1.500.000 per la quarta edizione del Premio Nazionale Scuola Digitale (PNSD)

Con un altro decreto del Ministro è previsto anche lo stanziamento di 2.000.000 di euro per la Valle d’Aosta e le Province autonome di Trento e di Bolzano, con la finalità di fornire agli studenti dei device digitali in comodato d’uso gratuito per le attività di didattica digitale integrata.

Leggi la nota completa.

Luca Parigi

Read Previous

Graduatorie ATA 24 mesi 2021, termine ultimo per le domande il 14 maggio

Read Next

Sciopero Scuola del 6 maggio, per Unicobas risultato soddisfacente

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular