Pubblica Amministrazione, dal 1° ottobre 2021 accesso Web con SPID, CIE e eIDAS

Vinkmag ad

Da venerdì 1 ottobre 2021 cambiano le modalità di fruizione dei portali online della Pubblica Amministrazione. Dal primo giorno ottobrino l’accesso ai siti Web della PA sarà possibile solo con credenziali SPID, CIE o eIDAS. Stiamo parlando rispettivamente del Sistema Pubblico di Identità Digitale, della Carta di Identità Elettronica e dell’electronic IDentification, Authentication and trust Services. In verità, per disposizione del Decreto Legge Semplificazioni (D.L. 76/2020) convertito in legge il 11/09/2020 (120/2020), tali modalità sono in essere già dal 28 febbraio 2021, ma fino alla data del 30 settembre sarà ancora possibile accedere ai domini del pubblico impiego con le vecchie credenziali Username e Password.

Chi può usare ancora le credenziali del Ministero dell’Istruzione

Dal 1° ottobre 2021 le credenziali rilasciate dal Ministero dell’Istruzione potranno essere ancora usate da:

  • Personale Amministrativo
  • Personale della Scuola (DS, DSGA e Assistenti Amministrativi)
  • Studenti per l’accesso ai servizi scolastici (es. Curriculum dello Studente, Piattaforma Alternanza Scuola Lavoro)
  • Utenti abilitati al SIDI

Come fare lo SPID

Fare lo SPID è più semplice e veloce di quanto si creda e, come abbiamo appena visto, dal 1° ottobre 2021 essere in possesso di questa credenziale sarà pressoché basilare.

Per ottenere un Sistema Pubblico di Identità Digitale le uniche condizioni sono quelle di:

  • Essere maggiorenni
  • Avere un documento italiano valido (carta di identità, patente, passaporto)
  • Avere la tessera sanitaria o il tesserino del codice fiscale
  • Disporre di un indirizzo e-mail e di un numero di cellulare.

Per iniziare è necessario individuare un gestore d’identità digitale quale ad esempio Lepida. Qui è possibile effettuare la registrazione inserendo i propri dati anagrafici e creando un nome utente e una password. (ricordarsi di segnarle perché saranno quelle che dovranno essere inserite ogni volta per accedere al servizio SPID).

Una volta compilati tutti i campi richiesti il sistema chiede di individuare un luogo fisico quale un Punto Amico, un’anagrafe o un ufficio nei paraggi della propria abitazione dove andare a presentarsi di persona per fare il riconoscimento.

Luca Parigi

Read Previous

Webinar ‘Opportunità e sfide della cittadinanza digitale’: venerdì 1 ottobre 2021

Read Next

Scuola Attiva Kids 2021/22: nuovo progetto per le scuole primarie

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular