Iscrizioni Scuola 2022/23: chi deve fare la domanda cartacea

Vinkmag ad

Dal 4 al 28 gennaio 2022 sarà possibile effettuare le iscrizioni scuola 2022/23. La maggior parte delle istanze potrà esser presentata online, ma per alcuni casi sarà necessario produrre e presentare la domanda cartacea. Fughiamo subito il dubbio che per iscriversi alle prime classi delle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondarie di secondo grado sarà possibile compiere tutto via Web. Se per elementari, medie e superiori basta qualche clic sulla tastiera del pc, vediamo allora chi dovrà adoperare carta e penna.

Iscrizioni Scuola 2022/23: domanda cartacea per scuole dell’infanzia e altri casi

Le iscrizioni scuola 2022/23 tramite domanda cartacea dovranno essere effettuate per i seguenti casi:

  • Tutte le scuole dell’infanzia.
  • Istituti scolastici della regione Valle d’Aosta e delle Province autonome di Trento e Bolzano.
  • Terze classi dei licei artistici e degli istituti tecnici; al percorso di specializzazione per “Enotecnico” degli istituti tecnici del settore tecnologico a indirizzo “Agraria, agroalimentare e agroindustria”, articolazione “Viticoltura ed enologia”.
  • Percorsi di istruzione per gli adulti, inclusi quelli funzionanti presso gli istituti di prevenzione e pena.
  • Alunni in fase di preadozione, per i quali l’iscrizione viene fatta dalla famiglia affidataria presentando l’istanza presso l’istituzione scolastica.

Iscrizioni via Web per tutti gli altri casi

Per tutte le domande di iscrizione che non rientrano tra i casi elencati sopra, le famiglie potranno procedere online dalle ore 08:00 del 4 gennaio 2022 alle 20:00 del 28 gennaio 2022.

Per accedere al servizio sarà possibile avere una identità digitale tra le seguenti:

  • SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)
  • CIE (Carta di identità elettronica)
  • eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature).

Per la scelta della scuola e per altre informazioni utili sulle iscrizioni scuola 2022/23 i genitori possono contare sull’app Scuola in Chiaro.

Seguici su Google News

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Covid, ritorno alla Dad anche con un unico positivo in classe

Read Next

Pnrr per l’Istruzione: il piano d’investimento dei primi 5,2 miliardi di euro

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: