Mad Online, senza concorsi e graduatorie restano le messe a disposizione

Vinkmag ad

In assenza di concorsi e di aggiornamento delle graduatorie una delle maniere migliori per ambire a un posto da docente nel prossimo anno sarò quello di inviare delle Mad Online. Le messe a disposizione, infatti, sono delle candidature spontanee che un potenziale docente invia a più istituti dichiarando di essere a disposizione per ricoprire il ruolo di insegnante. Tali domande possono essere inviate anche da chi anela a ricoprire un posto di operatore nel comparto del personale amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA).

La situazione per i concorsi e le graduatorie di istituto

Al momento, in assenza di un’apposita norma parlamentare, l’aggiornamento delle graduatorie di istituto è rinviato al 2021.

Per convocare eventuali supplenti per l’anno scolastico 2020/2021, quindi, sarà fatto ricorso ai nomi già presenti nelle liste. Le uniche aggiunte saranno rappresentate da chi ottenuto l’abilitazione al sostegno che può inserirsi fino alla data del 31 agosto 2020.

Per quanto concerne i prossimi Concorsi, la pubblicazione dei bandi per ora e rinviata al mese di maggio e comunque, allo stato attuale delle cose, per i criteri di distanziamento sociale al momento appare piuttosto utopico pensare di riunire centinaia di persone in un unico spazio per lo svolgimento delle prove.

Quale conseguenza delle considerazioni appena fatte, nelle prossime settimane e nel periodo estivo c’è sicuramente da attendersi che vengano inviate numerose messe a disposizione. Al momento, infatti, la spedizione di Mad Online sta rimanendo l’unico strumento valido che resta ai docenti per candidarsi per un posto di insegnante per l’anno scolastico 2020/2021.

Come inviare una messa a disposizione

Per inviare una messa a disposizione è possibile rivolgersi ad alcuni servizi online come ad esempio madscuola.it.

Accedendo al sito è possibile dichiarare di essere a disposizione per i ruoli di docente, insegnante di sostegno o personale ATA e inviare la domanda in una o in più province d’Italia.

Il servizio offerto da Madscuola.it è semplice, intuitivo, performante e garantisce invio multiplo e massima copertura.

In altre parole, avvalendosi di questo strumento un docente può far sapere a una moltitudine di istituti scolastici di essere disponibile per una futura supplenza e attendere comodamente a casa un’eventuale convocazione.

Invio Mad Online

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Precariato, Azzolina: “Sulle graduatorie il Parlamento può intervenire”

Read Next

Didattica a distanza, boom di accessi sui canali Rai per La Scuola

One Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular