Precariato, Azzolina: “Sulle graduatorie il Parlamento può intervenire”

Vinkmag ad

In un lungo post pubblicato sulla propria pagina Facebook la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina si è rivolta all’eventuale platea di precari che chiede la riapertura delle graduatorie d’Istituto dicendo che solo un intervento parlamentare potrebbe determinare lo sblocco della situazione. In tema di precariato, infatti, sono molti i giovani laureati e i precari della Scuola che hanno scritto alla titolare del dicastero di Viale Trastevere per convincerla a ripensare la decisione di rinviare l’apertura delle graduatorie al 2021.

Cosa ha detto la ministra Azzolina ai precari della Scuola

La Azzolina si è rivolta ai precari dicendo che per quanto riguarda le graduatorie d’Istituto il parlamento può potenzialmente intervenire tramite una norma per velocizzare la provincializzazione delle graduatorie.

Il blocco delle graduatorie d’istituto è da imputare alla grave emergenza sanitaria delle ultime settimane. Le domande, infatti, vengono gestite anche in presenza dei richiedenti, ma la chiusura dei plessi scolastici ha di fatto impedito lo svolgimento del lavoro e il conseguente smaltimento delle pratiche.

Questi alcuni estratti dal post social della Azzolina: “Torno a ripetere quanto già detto: al momento non è possibile effettuare l’aggiornamento delle graduatorie. L’unica modalità, per evitare che centinaia di migliaia di lavoratori si presentino nelle scuole per presentare la domanda cartacea, in piena emergenza sanitaria, sarebbe quella di accelerare sulla provincializzazione delle graduatorie, digitalizzando il sistema”.

A tale scopo la ministra dell’Istruzione continua: “Serve una norma che ci possa autorizzare a velocizzare la provincializzazione delle graduatorie. Un decreto ministeriale avente natura non regolamentare potrebbe abbreviare i tempi per rendere esecutive le norme sulle graduatorie provinciali. Avendo poi anche il tempo, da non sottovalutare, per un collaudo del sistema“.

A questo punto il Parlamento dovrà decidere se operare su questo tema, facendo quanto di necessario, oppure se glissare rinviando di fatto la riapertura delle graduatorie al prossimo anno.

Luca Parigi

Read Previous

Filosofia, didattica a distanza sulla piattaforma Paths

Read Next

Mad Online, senza concorsi e graduatorie restano le messe a disposizione

One Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular