Screening anti-Covid, 13.000 positivi nel personale scolastico

Vinkmag ad

Lo screening anti-Covid condotto attraverso test sierologici dal 24 agosto al 7 settembre ha portato alla luce 13.000 positivi nel personale scolastico. Il dato in questione, riportato dal Tg1, non tiene in considerazione il personale del Lazio poiché la regione della Capitale sta procedendo in modo autonomo. Coloro che sono risultati positivi non prenderanno servizio fino a quando il tampone non darà due esiti negativi.

I risultati della campagna di screening anti-Covid nelle scuole italiane

Circa il 50% del personale operante nelle scuole italiane, pari a circa 500.000 tra insegnanti e non, si è sottoposto al test sierologico per il Covid 19.

Di questo “fifty” il 2,6%, vale a dire circa 13.000 persone, è risultato essere positivo e non entrerà a scuola fino a quando i tamponi non daranno segno meno. I dati sono stati riportati direttamente dell’ufficio del Commissario alla ripartenza, Domenico Arcuri, che nelle settimane scorse aveva lanciato la campagna nei plessi italiani con la distribuzione di 2 milioni di test.

Al 9 settembre la regione che ha dimostrato maggior impegno nella campagna era la Lombardia, dove sono stati effettuati il 70% di test, mentre l’ultima piazza era occupata dalla Sardegna dove solo il 5% del personale ha scelto di sottoporsi alle analisi. A tale proposito c’è da dire che quella sarda è una ragione percentuale decisamente irrisoria rispetto ai parametri di sicurezza fissati per un ritorno nelle aule in sicurezza.

Entro il 24 settembre, termine utile di rientro a scuola in sette regioni italiane, dall’Ufficio di Arcuri stimano che la percentuale possa arrivare al 60-70%.

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Supplenze ATA 2020/21: al via le convocazioni dalla graduatoria di terza fascia

Read Next

Nota del Ministero dell’Istruzione su mascherine e arredi per l’inizio dell’anno

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular