Supplenze 2020/2021, fino ad ora 110.000 assegnazioni

Vinkmag ad

I dati riguardanti le supplenze 2020/2021 sono in linea con quelli dell’a.s. passato. Non è quindi in essere nessun boom anche perché di fonti dai quali attingere insegnanti ce ne sono tante, tra graduatorie di vario tipo, call veloce e messe a disposizione. Stando alle dichiarazioni del Ministero dell’Istruzione quest’anno i posti poco più di 130.000. Per coprirli, alla data odierna, sono già state svolte più di 110.000 assegnazioni, grazie al lavoro degli uffici territoriali e delle istituzioni scolastiche.

I numeri delle supplenze 2020/2021

I posti rimasti liberi dopo le assunzioni a tempo indeterminato sono 66.654. Sono posti che erano preventivati, considerato l’inevitabile esaurimento delle graduatorie dei vecchi concorsi e delle graduatorie ad esaurimento, e che saranno coperti in futuro dai concorsi già banditi da un pezzo e in programma a ottobre. A tale proposito, i posti assegnati dalle procedure concorsuali sono 78.000.

Al momento questi 66.654 posti rappresentano delle supplenze propriamente dette poiché mancando l’insegnante titolare della cattedra, viene chiamato in sua sostituzione un supplente. Con dei tipi di contratti a tempo determinato vanno poi assegnati anche 14.142 posti di organico cosiddetto di fatto, che sorgono ogni anno in base alle necessità territoriali (ad esempio per lo sdoppiamento delle classi).

Nel novero ci sono anche da mettere 51.351 deroghe sul sostegno. Anche questi sono posti in più assegnati ogni anno per rispondere alle esigenze degli studenti disabili.

Infine, quest’anno c’è anche l’organico per l’emergenza, le cosiddette supplenze Covid, che è da considerare straordinario in quanto correlato a un periodo non consueto. Questi consistono di posti aggiuntivi che possono decadere in caso di un nuovo lockdown.

Vincenzo Schirripa

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Visita a sorpresa del Premier Conte in una scuola di Roma

Read Next

Concorsi Scuola a breve, valutazione delle postazioni informatiche per le prove

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular