Covid, nessuna idennità di rischio per gli insegnanti

Vinkmag ad

Nonostante le scuole rappresentino un luogo a rischio Covid al momento non sussiste nessuna identità per gli insegnanti. Per fare un esempio, in varie regioni italiane gli operatori sanitari e le categorie di lavoratori che potrebbero essere a rischio contagio fruiscono di un’indennità quotidiana che oscilla dai 15 ai 40 euro. Questa integrazione, in pratica, è un rimborso per i lavoratori che quotidianamente possono correre l’alea di restare contagiati e va dalle 450 alle 1000/1200 euro mensili.

Rischio Covid molto alto per i docenti

È innegabile che i docenti rappresentino una categoria di lavoratori ad alto rischio Covid.

Il Ministero dell’Istruzione, benchè negli ultimi giorni si sia verificato un notevole aumento di casi positivi fuori e dentro le scuole, ancora non si è seduto a un tavolo con i sindacati per concertare l’istituzione di un’indennità di rischio per gli insegnanti. A tale riguardo, tra i vari sindacati scolastici, Anief ha già chiesto il rimborso di 300 euro al mese per docenti e Ata

Anche INAIL nel suo esauriente documento “Il rischio biologico nei luoghi di lavoro. Schede tecnico-informative. Milano: INAIL, 2011” sostiene che le scuole debbano essere necessariamente incluse tra gli “ambienti indoor” (ambienti confinati di vita e di lavoro).

Nel documento si legge: “In esse si svolgono sia attività didattiche in aula, in palestra, e/o in laboratorio, sia attività amministrative. Per il rischio biologico, un’attenzione particolare meritano gli istituti che hanno indirizzi particolari quali quello microbiologico o agrario. In tali scuole, infatti, spesso vengono svolte attività in laboratorio che richiedono il contatto con colture microbiologiche o esercitazioni nel settore agricolo e zootecnico”.

Riguardo ai casi di positività scolastica alla data di oggi, sabato 3 ottobre, si contano 124 scuole chiuse e più di 900 istituti con almeno un contagiato.

Avatar

Luca Parigi

Read Previous

Global Teacher Prize 2020: l’italiano Carlo Mazzone tra i 10 migliori insegnanti del mondo

Read Next

Certificazioni di lingua inglese Cefr per studiare all’estero

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular