Lopalco: “I contagi ripartiti alla grande con la riapertura delle scuole”

Vinkmag ad

Secondo Pier Luigi Lopalco, assessore alla sanità della Regione Puglia, tra le principali cause che hanno originato la seconda ondata di contagi da Covid-19 c’è la riapertura delle scuole. L’epidemiologo ha espresso la sua tesi nel corso della partecipazione al talk “Ambiente e pandemie”, evento di chiusura di una tre giorni telematica con professori dell’Università di Foggia. Per il professore, comunque, non è detto che la maggior parte dei contagi sia avvenuta nelle aule, ma può essere stata originata anche da trasporti pubblici, ritrovi del doposcuola e altre situazioni sociali.

Le parole di Lopalco sulla seconda ondata di contagi

Per Lopalco, quindi, la riapertura delle scuole è uno dei motivi che ha portato al nuovo boom di contagi da Covid-19.

Al riguardo l’epidemiologo ha detto: “Finora abbiamo dei dati oggettivi che ci dicono che il contagio è ripartito da quando le scuole sono state riaperte, ed è ripartito in maniera sproporzionata nella fascia di età scolare: questo significa che chi andava a scuola si è contagiato di più rispetto ad altre fasce di età”.

Poi ha proseguito: “Abbiamo anche assistito all’evidenza che la seconda ondata di Coronavirus è stata sostenuta per la maggior parte da focolai familiari. Sono ancora una volta convinto che la scuola sia un aggregatore sociale troppo importante in tempi di pandemia. Con questo non vogliamo dire che i contagi avvengono dentro le aule, ma possono benissimo avvenire anche fuori dai cancelli, sul bus, al bar, o magari quando i ragazzi si ritrovano per fare i compiti. Per questo motivo, e almeno per il momento, io terrei la didattica a distanza come attività didattica standard, e la didattica in presenza solo come estrema ratio per quei nuclei familiari che non possono permettersi di tenere i bambini a casa. Tuttavia è chiaro che dietro a questa scelta ci sono anche delle valutazioni politiche da fare”.

Luca Parigi

Luca Parigi

Read Previous

Olimpiadi di Robotica 2020/2021: bando e regolamento

Read Next

#LaScuolaPerMe, la nuova campagna social del Ministero dell’Istruzione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular