Concorso DSGA, per la prova scritta 60 domande a risposta multipla (BOZZA)

Vinkmag ad

La bozza del decreto per il Concorso DSGA, per il quale il Consiglio Superiore per l’Istruzione ha dato parere positivo, prevede una prova scritta da svolgersi nel tempo massimo di 120 minuti. Il test sarà computer-based ed è composto da 60 domande a risposta multipla con 4 opzioni possibili. Le varie prove si terranno in varie sedi con ambientazioni informatizzate scelte dagli USR. Prima della prova non ci sarà la pubblicazione dei quesiti.

Argomenti della prova scritta del Concorso DSGA

I 60 quesiti della prova scritta del Concorso DSGA (Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi) saranno incentrati sui seguenti argomenti:

  • 18 quesiti di Contabilità pubblica con riferimento d’elezione alla gestione amministrativo contabile delle scuole
  • 12 quesiti di Ordinamento e gestione amministrativa delle scuole autonome e stato giuridico del personale scolastico
  • 10 quesiti di Diritto del lavoro con riferimento d’elezione al pubblico impiego contrattualizzato
  • 8 quesiti di legislazione scolastica
  • 5 quesiti di Diritto Costituzionale e Diritto Amministrativo con riferimento al diritto dell’UE
  • 4 quesiti di Diritto civile
  • 3 quesiti di Diritto penale con particolare riguardo ai delitti contro la Pubblica Amministrazione

La correzione delle prove scritte avverrà con modalità informatiche per restituire risultati senza errori e per garantire la privacy dei partecipanti.

Alla fine delle operazioni viene a cadere l’anonimato dei partecipanti e viene notificata la lista dei candidati ammessi a sostenere la prova orale.

Requisiti per partecipare

Per partecipare al prossimo concorso DSGA è necessario disporre di alcuni requisiti quali cittadinanza italiana, o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, oppure cittadinanza di uno Stato differente da quelli appartenenti all’UE, qualora siano in essere le condizioni di cui all’art. 38 del decreto legislativo 30/03/2001, n. 165,

Come titolo di studio è richiesto il possesso di diplomi di laurea, lauree specialistiche e lauree magistrali tematiche con la procedura concorsuale in questione.

Luca Parigi

Read Previous

Rapporto ISTAT, al Sud meno istruzione che al Nord

Read Next

In caso di studente positivo al Covid tamponi e non quarantena: nuova ipotesi anti-Dad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular