Classi pollaio, la Legge di Bilancio stanzia 40 milioni per il dimensionamento

Vinkmag ad

Riguardo all’annosa questione delle classi pollaio la Legge di Bilancio stanzia 40 milioni di Euro per il dimensionamento scolastico. Il nullaosta definitivo è arrivato con il giudizio positivo della Camera espresso attraverso 355 voti favorevoli e 45 contrari. Tale cifra servirà a mantenere abbassato il numero di 500 studenti per istituto e a contrastare i casi di sovraffollamento nelle aule che in questo periodo sono particolarmente pericolosi per le possibili diffusioni di contagi da Covid 19.

Risorse contro il fenomeno delle classi pollaio

Oggi più che mai il fenomeno delle classi pollaio deve essere contrastato con ogni mezzo. Da ora in poi, per tutte le azioni mirate a diminuire il sovraffollamento delle aule saranno a disposizione 40 milioni di euro.

Anche per il prossimo biennio, ovvero per gli a.s. 2022/2023 e 2023/2024, il numero minimo di 600 studenti, 400 nelle piccole isole e nei comuni montani, che le scuole devono avere per disporre di un proprio dirigente scolastico e un DSGA, resta abbassato a 500 studenti (300 in isole e comuni montani), come già era successo per il 2021/2022.

La misura in questione permette sicuramente una migliore gestione delle scuole in un periodo difficile come questo. Per quanto riguarda la diminuzione degli studenti nelle aule, gli attuali limiti nella composizione di ogni classe possono essere derogati per diminuire l’affollamento, in particolar modo nelle realtà didattiche ubicate in aree caratterizzate da maggiore depressione sociale e in zone nelle quali gli indici di dispersione scolastica sono più alti della media.

Sul sovraffollamento didattico alcuni mesi fa il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha riportato i dati precisi.

Seguici su Google News

Luca Parigi

Read Previous

Sistema Integrato 0-6 anni, il decreto delle linee pedagogiche (PDF)

Read Next

Stipendio Gennaio 2022 già su Noipa: importi più alti per mancanza di addizionali

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: