“Assumere più docenti di sostegno”: la richiesta del sottosegretario all’Istruzione

Vinkmag ad

“Assumere più docenti di sostegno”: la richiesta arriva direttamente dal sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso. Un intervento autorevole quindi a favore degli insegnanti di didattica speciale che alla fine sono docenti di tutta la classe e non di un singolo allievo. Per il politico è importante ovviare alla carenza di questo organico per fare in modo che le lezioni possano svolgersi in modo più completo e regolare.

Il sottosegretario Sasso chiede più docenti di sostegno

A sostegno della sua richiesta di aumentare i docenti di sostegno il sottosegretario all’Istruzione, Rossano Sasso, porta numeri e dati inconfutabili.

“I docenti di sostegno devono essere di più e avere un’abilitazione: allo stato attuale delle cose solo il 17% delle supplenze, 18.000 sul totale di 105.000, è svolto da chi ha competenze specifiche per il delicato incarico a cui è chiamato. Bisogna cambiare rotta“.

“In quest’anno scolastico sono stati circa 14.000 gli insegnanti di sostegno immessi in ruolo, un numero notevole che però solo parzialmente è riuscito a tenere il passo del contestuale aumento delle iscrizioni di studenti disabili. Va chiesto uno sforzo alle università italiane per aumentare i posti a disposizione per la formazione, considerando anche che nei due anni di pandemia quel tipo di attività è stata decisamente compromessa“.

“Un’altra leva su cui bisogna agire è quella delle stabilizzazioni, facendo in modo di incrementare il numero dei docenti di sostegno di ruolo e, di conseguenza, attenuando la frequenza degli avvicendamenti per ciascuna cattedra.”

“Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – aggiunge il sottosegretario – mette a disposizione dei fondi importanti, ma per ottenere risultati significativi va rafforzata la sinergia con i ministeri dell’Università e dell’Economia. L’inclusione non è un privilegio, ma un diritto costituzionale che dobbiamo garantire ai nostri studenti e alle loro famiglie”.

Che dire? Che la richiesta di Sasso di assumere più docenti di sostegno è oggettivamente sensata, fondata e orientata a migliorare non solo certi ambiti di didattica speciale, ma l’intero apparato scolastico.

Luca Parigi

Read Previous

Piano Scuola Estate 2022: le tre fasi del progetto

Read Next

Tfa sostegno VII Ciclo, dal 24 al 27 maggio in programma le preselettive

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Most Popular

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: