Concorsi scuola, Fioramonti annuncia: “Il via tra qualche settimana”

Vinkmag ad

I tanto attesi concorsi scuola pare che stiano finalmente per iniziare. In un’intervista rilasciata al quotidiano “Il Messaggero”, il ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti ha annunciato che le procedure concorsuali inizieranno nel giro di alcune settimane e porteranno all’assunzione di 50.000 docenti. Se si considera che a metà novembre le scuole sono piene zeppe di supplenti, e che alcuni presidi sono arrivati al punto di cercare insegnanti su Facebook, il numero è oggettivamente insufficiente ma intanto è “un buon muoversi” rispetto ad uno stallo che si è protratto per troppo tempo.

Il ministro dell’istruzione: “3 miliardi alla scuola o lascio l’incarico”

I concorsi scuola inizieranno nel giro di poche settimane. Finalmente il ministro Lorenzo Fioramonti ha dato un limite temporale alle procedure concorsuali scolastiche. L’indizione di un concorso ordinario e di un concorso straordinario porterà a un totale di 50.000 assunzioni, darà nuova linfa al sistema scolastico e offrirà una grande opportunità di impiego a tantissime persone.

Nell’intervista rilasciata al quotidiano romano “Il Messaggero”, il titolare del ministero dell’istruzione del secondo Governo Conte si è quindi espresso sul prossimo inizio dei concorsi, ma anche palesato le sue intenzioni di lasciare l’incarico se dalla manovra non sortiranno fuori almeno 3 miliardi di fondi per la scuola.

“La mia – specifica Fioramonti – non è una pretesa arrogante, ma una battaglia politica. La richiesta di 3 miliardi è di fatto il minimo per arrivare ad una soglia di galleggiamento utile ed evitare il fallimento di tanti atenei italiani.” Sempre in tema di soldi alla scuola, Fioramonti in questi giorni si è anche espresso su altri aspetti della manovra e sull’aumento di 65 Euro per gli insegnanti.

Riguardo alla soglia di Quota 100 il ministro dell’istruzione ha poi detto “Abbiamo presentato un emendamento che può aiutare al massimo lo sviluppo del turnover in ambito scolastico”.

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Assenze da scuola, il Miur indica i casi in cui sono giustificate

Read Next

Legge di Bilancio, formazione e reclutamento docenti tra gli emendamenti Anief

2 Comments

  • […] partecipanti. L’accesso alla procedura concorsuale straordinaria, della quale è in procinto l’indizione, sarà aperto anche […]

  • […] Dal 18 novembre sono al vaglio della commissione Cultura e Lavoro della Camera i 275 emendamenti presentati dagli schieramenti politici e dai sindacati scolastici per effettuare delle eventuali modifiche al Decreto scuola. Lunedì 25 novembre, quindi, il testo approderà alla Camera per la discussione in Aula. Tra le richieste di cambiamento approvate figura la conoscenza del Coding da acquisire a livello di CFU, ovvero dei crediti formativi in discipline pedagogiche e metodi didattici che rappresentano un requisito di accesso ai prossimi concorsi scuola. […]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular