Azzolina e Sindacati Scuola, ieri mercoledì 22 gennaio il primo incontro

Vinkmag ad

Il primo contatto tra Lucia Azzolina e Sindacati Scuola alla fine è avvenuto. Nella giornata di mercoledì 22 gennaio la ministra dell’Istruzione ha ricevuto gli esponenti delle principali associazioni sindacali scolastiche per parlare dell’indizione dei prossimi concorsi scuola e di altri argomenti. A detta delle sigle Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda l’incontro è stato “interlocutorio” e quindi è stata più una riunione per conoscersi e “prendersi le misure” che per pianificare strategie a breve e medio termine. Tuttavia, le associazioni hanno comunque invitato la nuova titolare del dicastero di viale Trastevere a riavviare al più presto gli impegni stabiliti in sede di conciliazione fra sindacati e Ministero, poco prima di Natale.

La Azzolina rassicura e dà appuntamento per i tavoli tecnici

Interpellate sull’andamento dell’incontro, le fonti sindacali hanno detto che la Azzolina ha garantito che nel giro di poco tempo saranno aperti i tavoli tecnici e politici sui temi più urgenti, quali i concorsi scuola 2020. Per poter iniziare con più chiarezza, però, è necessario effettuare una verifica politica con le forze di maggioranza su alcune questioni quali ad esempio reclutamento e abilitazioni.

La Azzolina ha anche annunciato che è alla fase di studio la costituzione di una task force per aiutare gli istituti a usare al meglio le risorse per i vari progetti, che si spenderà in prima persona per il personale Ata, per quota 100 e per cercare di aumentare la presenza di insegnanti di didattica speciale per i posti di sostegno.

Da parte loro le sigle sindacali non sono disposte ad accettare più dilazioni e rinvii e chiedono che al più presto vengano convocati i tavoli di confronto previsti dai verbali redatti in sede di conciliazione, nei giorni 19 e 20 dicembre 2019.

Qualora dovessero esserci nuovi intoppi e venissero disattese, ancora una volta, le promesse fatte, i sindacati riprenderanno a organizzare scioperi, proteste e iniziative di vario genere per sensibilizzare l’opinione pubblica.

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Maturità 2020, la ministra Azzolina conferma le novità preannunciate

Read Next

Concorsi Scuola, 1.000 posti in più per il concorso ordinario

4 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular