Un solo bidello per quasi 500 bambini: genitori protestano a Torino

Vinkmag ad

In una scuola primaria di Torino c’è un solo bidello per quasi 500 bambini. Gli scolari, per la precisione, sono 487 e possono contare soltanto sulla presenza di quest’unico collaboratore scolastico. In verità ci sarebbe un altro operatore, ma quest’ultimo ha il compito di stazionare in portineria. I genitori dei ragazzi, anche in considerazione del tragico evento di Milano, nel quale un bambino è caduto dalle scale, hanno promosso una raccolta firme in cui segnalano la gravissima carenza di personale Ata nella scuola e l’hanno passata alla Flc Cgil Torino che poi, a sua volta, ha inoltrato un esposto alla Procura della Repubblica.

Non è l’unico caso in Italia

Quello di Torino non è certo l’unico caso in Italia nel quale un solo bidello deve controllare centinaia e centinaia di bambini.

Lo stesso sindacato Flc-Cgil, attraverso la voce del segretario della sezione di Torino, Massimiliano Rebuffo, dichiara: “Questo è il risultato dei tagli che sono stati fatti durante gli anni sugli organici scolastici. Quanto denunciato dai genitori rappresenta un esempio di constatazione problematica con il quale tutte le scuole primarie italiane devono confrontarsi quotidianamente”.

“I problemi – continua Rebuffo – sono cominciati quando di riforma in riforma è stato deciso di ridurre drasticamente il personale Ata. Il calcolo dei collaboratori da assegnare a ogni istituto viene fatto secondo criteri strettamente numerici, che però non tengono conto delle strutture della scuole, spesso sviluppate su più piani e con corridoi lunghi. Anche per gli stessi presidi, comunque, non è affatto facile trovare un compromesso ideale tra il rispetto dei budget a disposizione e l’esigenza di sostituire, ad esempio, chi è in malattia anche in deroga con le disposizioni del Miur”.

Nel corso dell’ultimo Question Time che si è svolto alla Camera, comunque, oltre all’annuncio dei bandi per i prossimi concorsi, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato anche assunzioni di personale Ata dal 1° marzo.

Avatar

Luca Parigi

Read Previous

Papa Francesco in difesa dei docenti: “Sono sottopagati, ma svolgono un ruolo cruciale”

Read Next

Coronavirus, aggiornamento della circolare per studenti tornati dalla Cina

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular