Consegna dei banchi monoposto alle scuole: tempi e modalità

Vinkmag ad

La consegna dei banchi monoposto alle scuole italiane è prevista dall’8 settembre al 31 ottobre 2020. In pratica, 2 milioni di sedute più 800.000 postazioni speciali verranno consegnati da pochi giorni prima dell’inizio dell’anno scolastico 2020/21 alla vigilia di Ognissanti. Per le 11 imprese vincitrici dell’appalto che dovessero sforare il lasso di tempo sopra indicato ci saranno delle sanzioni. Riguardo ai tempi e alle modalità della distribuzione dei pezzi si è svolta ieri una riunione alla quale erano presenti la ministra dell’Istruzione e tutti i soggetti coinvolti.

Priorità di consegna dei banchi monoposto anti-Covid

Nella riunione di ieri alla quale erano presenti dirigenti scolastici, sigle sindacali, uffici scolastici regionali, province ed enti locali, la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, e il commissario straordinario alla riapertura, Domenico Arcuri, hanno chiarito quali saranno le priorità di consegna dei banchi monoposto alle scuole.

Le prime forniture arriveranno nelle regioni con indice di contagio RT più alto che, allo stato attuale delle cose, sono Lombardia, Veneto e Lazio. Tra tutti gli istituti scolastici verrà data precedenza alle scuole elementari dal momento che i bambini dai 6 agli 11 anni sono gli alunni che hanno maggiore bisogno di ricominciare a frequentare le aule scolastiche.

Le ultime forniture, invece, interesseranno le regioni nelle quali la scuola inizierà più tardi e le zone nelle quali è possibile fruire di ampi spazi esterni alle scuole. Nella riunione di ieri il commissario Arcuri ha anche specificato che non tutti i banchi verranno distribuiti in ottica anti-Covid, ma anche in funzione di un rinnovamento degli arredi scolastici.

Le differenze fra regioni italiane comunque sono davvero notevoli: in Val d’Aosta il rapporto nuovi banchi-studenti è dell’8%, in Veneto del 15%, mentre scendendo al Sud in Campania equivale al 61% e in Sicilia addirittura al 69%. Probabilmente, quindi, nel Meridione c’è una maggiore concentrazione di banchi doppi che necessitano di essere sostituiti.

Luca Parigi

Luca Parigi

Read Previous

Azzolina, 14 settembre: nessun rischio per l’apertura delle scuole

Read Next

Azzolina-Sindacati: tutti contro tutti nell’interesse di nessuno

One Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular