Concorso Straordinario 2020, molti chiedono il rinvio ma per ora si fa

Vinkmag ad

La data per l’inizio del Concorso Straordinario 2020, fissata per giovedì 22 ottobre, si sta avvicinando, ma purtroppo in questi ultimi giorni la curva dei contagi da Covid ha avuto una forte impennata. Molti a questo punto chiedono il rinvio della procedura concorsuale perché ciò comporterebbe lo spostamento di oltre 65.000 docenti nelle varie sedi di svolgimento con concrete possibilità di esposizione al contagio. La situazione, purtroppo, peggiora giorno dopo giorno tanto che alla giornata di venerdì 16 ottobre si contava un aumento di 10.010 positività con 55 decessi.

La posizione della Azzolina e del Ministero dell’Istruzione

Al momento la ministra dell’Istruzione e il dicastero di Viale Trastevere continuano a far sapere che il Concorso Straordinario 2020 si farà.

Dal Partito Democratico fino alla Lega, sono in molti tra schieramenti e singoli a chiedere che la prova scritta venga rinviata a tempi migliori, ma anche per ragioni logistiche la decisione di stoppare il tutto ormai si è fatta piuttosto difficile e remota.

Malumori diffusi anche da parte delle principali sigle sindacali scolastiche come la UIL, che fa notare come questa procedura concorsuale non abbia effetti pubblici immediati; in sostanza, se il concorso per il momento dovesse saltare i candidati proseguiranno ad insegnare in questi giorni e per il prossimo biennio.

A questo punto non resta che attendere le prossime ore per capire se il 22 ottobre le prove avranno inizio o se il Ministero deciderà di fare dietrofront.

Avatar

Luca Parigi

Read Previous

Scuole chiuse in Campania, la protesta di mamme e autisti di bus

Read Next

Nuovo DPCM del 18 ottobre 2020: a Scuola ingressi dopo le 9 e didattica a distanza integrata

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular