Campania, bocciato il ricorso dei genitori al Tar per la ripresa delle lezioni in presenza

Vinkmag ad

In Campania i genitori hanno fatto ricorso al Tar per richiedere la ripresa delle lezioni in presenza, ma il ricorso in questione è stato bocciato. Il Tribunale Amministrativo Regionale ha riconosciuto legittima l’ordinanza regionale sulle scuole con ben due decreti. In particolar modo, la rappresentanza di genitori aveva richiesto la totale ripresa in presenza, ma la ripartenza graduale delle attività scolastiche in aula nelle scuole dell’infanzia e della prima elementare avverrà a partire dal 24 novembre. Il tutto preceduto da un opportuno screening sul corpo insegnante e non docente, sui bambini e sui relativi familiari.

Sentenza del Tar della Campania a parte, la stessa ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, ieri ai microfoni di RTL 102.5 ha detto che la ripresa delle attività didattiche sarà graduale.

Luca Parigi

Luca Parigi

Read Previous

Legge di Bilancio, 3,7 miliardi per la scuola: 1.000 docenti in più su infanzia e 25.000 sostegno

Read Next

Giornata Mondiale della Filosofia 2020: giovedì 19 novembre

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular