Maturità 2024, PCTO non requisiti di ammissione: emendamento MIM al Milleproroghe

Vinkmag ad

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha presentato un emendamento al Decreto Milleproroghe per escludere i PCTO dai requisiti di ammissione all’esame di Maturità 2024. I percorsi di alternanza scuola-lavoro dovrebbero comunque essere inclusi nel colloquio finale che seguirà le due prove scritte, la prima di Italiano a carattere nazionale e la seconda diversa per ogni indirizzo di studi.

Richiesta l’esclusione dei PCTO dai requisiti per l’esame di Maturità 2024

Giorni caldi quelli correnti per il prossimo esame di Maturità 2024 che prenderà il via il 19 giugno.

Ieri, lunedì 29 gennaio, sono state definite le materie caratterizzanti oggetto della seconda prova scritta mentre oggi la notizia del giorno è la richiesta di esclusione dei PCTO dai requisiti di ammissione.

Al riguardo il decreto n.62/2017 fissa l’obbligo di un numero minimo di ore di PCTO per essere ammessi alla prova finale del percorso di studi della scuola secondaria di secondo grado. 

In ogni modo, un emendamento similare a quello proposto dal MIM l’anno scorso potrebbe far annullare questo vincolo anche per il 2024.

Laddove svolte, comunque, le ore di praticantato scuola-lavoro diventeranno oggetto di discussione in fase di prova orale che ricordiamo avere carattere multidisciplinare.

Seguici su Google News

Luca Parigi

Read Previous

Carta Cultura e Carta del Merito, domande al via dal 31 gennaio 2024

Read Next

Concorsi Docenti 2024, prova scritta senza carnet di quesiti di riferimento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: