Concorsi Scuola 2020, chi vuole le prove e chi le graduatorie

Vinkmag ad

Situazione di stand by per i Concorsi Scuola 2020. Dopo un lungo vertice a Palazzo Chigi la decisione in merito al loro svolgimento è rimandata alla giornata di sabato 23 maggio. In tale occasione il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, avanzerà una proposta di mediazione per stabilire un accordo sulla questione delle prossime prove concorsuali. Allo stato attuale delle cose, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina e il Movimento 5 Stelle, con l’appoggio di Italia Viva, vogliono che le prove vengano effettivamente effettuate. Pd e Leu, invece, sostengono che sia meglio fare ricorso alle graduatorie.

Il M5S si oppone alle graduatorie per i Concorsi Scuola 2020

Il M5S oppone il proprio no alle graduatorie per titoli per procedere alle assunzione dei precari della scuola.

Le sigle sindacali Cgil, Uil e Snals hanno detto di essere pronte alla mobilitazione e a sancire la conclusione della tregua sindacale se non si arriverà al concorso per titoli. I tempi adesso si stanno riducendo inesorabilmente: il Decreto Scuola, al vaglio del Senato, alla fine di maggio deve transitare della Camera ed essere varato in via definitiva entro la data del 7 giugno.

A tale riguardo il viceministro al Mise, Stefano Buffagni, commenta: “I nostri ragazzi, gli studenti di oggi, rappresentano il futuro dell’Italia. Meritano un’educazione di assoluto valore che deve arrivare loro attraverso una scuola di qualità e al passo coi tempi. No ai ricatti, no concorsi per soli titoli”.

Quali sono le prove concorsuali 2020 per la Scuola

I Concorsi Scuola 2020 sono 3 più il bando per la prova abilitativa collegata alla procedura straordinaria. Le prove concorsuali in questione vengono organizzate per offrire la stabilizzazione a 72.000 insegnanti precari.

Il concorso straordinario, in programma a fine luglio, sarà il primo a svolgersi e fornirà docenti per le scuole medie e per le scuole superiori. Poi sarà la volta di un concorso ordinario sempre per la scuola secondaria di primo e di secondo grado, in programma a ottobre. Infine, ci sara la prova per la scuola dell’infanzia e primaria per la quale però rimane ancora da fissare la data.

Vincenzo Schirripa

Read Previous

La Scuola in Tivù – Istruzione degli adulti, da lunedì 25 maggio in tv su Rai Scuola

Read Next

Libri di testo per l’anno scolastico 2020-2021: l’ordinanza per l’adozione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular