Maturità 2020 online: ecco chi potrà partecipare all’esame di Stato in videoconferenza

Vinkmag ad

Per il prossimo esame di Stato ormai è tutto deciso: il 15 giugno ci saranno le riunioni delle commissioni e dal 17 giugno si partirà con gli orali in presenza. Tuttavia, ci sono delle categorie di docenti e di studenti che potranno partecipare alla Maturità 2020 online, ovvero collegandosi in videoconferenza. La questione è esplicitata dalla nota ministeriale del 28 maggio rilasciata dal Ministero dell’Istruzione.

Chi potrà partecipare alla Maturità 2020 online

Cona la suddetta nota ministeriale di fine maggio il MI ha disposto che “Il dirigente scolastico, sulla base delle documentazioni mediche prodotte dagli interessati, identifica i docenti che, in quanto “lavoratori fragili”, per come individuati ai sensi del paragrafo “Misure specifiche per i lavoratori” del Documento tecnico sulla rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico per lo svolgimento dell’esame di Stato nella scuola secondaria di secondo grado”, debbono poter utilizzare la modalità di cui all’articolo 26, comma 1, lett. c). Il dirigente comunicherà l’elenco dei suddetti lavoratori al presidente di commissione per l’adozione delle misure di cui al citato articolo”.

Da ciò si desume che a poter partecipare all’esame di Stato 2020 in videoconferenza, quindi, saranno gli insegnanti appartenenti a categorie fragili e sensibili.

Gli stessi criteri di partecipazione telematica saranno valutate per i candidati degenti in ospedale, detenuti in carcere, agli arresti domiciliari o che comunque non sono nelle condizioni fisiche e legali di uscire di casa.

A.A.A. cercasi Presidenti di Commissione

Una delle ultime spine che sta interessando la Maturità 2020 è il fatto che a 2 settimane dall’inizio ancora non si trovano tutti i presidenti esterni per le commissioni esaminatrici.

Per ovviare al problema è probabile che il Ministero dell’Istruzione possa procedere con delle nomine di ufficio, ma lo stesso dicastero invita anche i docenti a candidarsi volontariamente. A tale scopo potrebbero essere presi in considerazione dei profili di docenti che hanno all’attivo meno di 10 anni di servizio.

Avatar

Luca Parigi

Read Previous

Sciopero della Scuola lunedì 8 giugno 2020: l’agitazione indetta dai sindacati

Read Next

Concorso straordinario per abilitazione 2020: requisiti e prova a crocette

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular