Maturità 2020: mancano presidenti esterni in regioni del Centro Nord

Vinkmag ad

Per lo svolgimento dell’esame di Maturità 2020 mancano ancora presidenti esterni in alcune regioni italiane del Centro Nord quali Toscana, Emilia Romagna, Veneto e Lombardia. A poco più di 2 settimane dall’inizio dell’esame di Stato più insolito della storia, quindi, alcune commissioni esaminatrici sono ancora in via di definizione. Se la situazione dovesse perdurare il Ministero dell’Istruzione si accingerà a far valere un’ordinanza che possa permettere delle nomine d’ufficio. La speranza è che da qui al 17 giugno, giorno fissato per l’inizio degli orali in presenza, la situazione si possa risolvere nel migliore dei modi.

Maturità Venti Venti: a 16 giorni dall’inizio mancano Presidenti di Commissione

Quando quest’anno scolastico finirà ci sarà da festeggiare per la conclusione di tutte le vicende che dal settembre 2019 hanno costantemente minato il suo regolare svolgimento.

In ordine di tempo, l’ultimo problema che sta interessando la Scuola è che in alcune regioni italiane non si trovano presidenti esterni per le commissioni esaminatrici che dovranno valutare gli orali della Maturità Venti Venti.

Le regioni che al momento sono più in difficoltà nel reperire dei presidenti che possano garantire l’imparzialità dell’esame sono Toscana, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Tuttavia, anche al Sud alcune realtà scolastiche sono in affannosa ricerca.

Le soluzioni quindi quali potrebbero essere?

La soluzione principale prevede che il Ministero dell’Istruzione pubblichi un’ordinanza per la nomina d’ufficio degli insegnanti. In questo caso potrebbero essere considerati anche dei docenti in possesso di uno stato di servizio minore di 10 anni.

Un’altra soluzione è quella che prevede che gli stessi docenti si mettano a disposizione per gli incarichi, mentre l’ultima istanza potrebbe prevedere uno stesso Presidente per più commissioni esaminatrici.

Il giorno di ritrovo delle commissioni per le riunioni plenarie è il 15 giugno. In tale data ogni commissione, formata da un presidente esterno e da sei commissari interni, dovrà stabilire le regole per lo svolgimento dell’esame, per la votazione finale e per l’eventuale attribuzione della lode.

Avatar

Luca Parigi

Read Previous

Graduatorie di istituto provinciali e digitali: riapertura e aggiornamento

Read Next

Rientro a scuola a settembre: 331 milioni alle statali e 135 milioni alle paritarie

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular