Maturità 2020, il 15 giugno riunione plenaria delle commissioni esaminatrici

Vinkmag ad

Gli orali in presenza inizieranno il 17 giugno ma l’insolita Maturità 2020 inizierà ufficialmente il 15 giugno. In questa data, infatti, è in programma la riunione plenaria delle commissioni esaminatrici per decidere le modalità di svolgimento del prossimo esame di Stato. Alle 08:30 le commissioni esaminatrici si daranno appuntamento per discutere di ogni aspetto riguardante le interrogazioni, le votazioni e altri criteri didattici e sanitari. In questa sede verrà anche estratta la lettera con la quale inizieranno gli orali. Quanto appena descritto è indicato e fissato dall’ordinanza ministeriale del 16 maggio.

Esami di Stato 2020: le decisioni della riunione plenaria del 15 giugno

Alal fine della riunione plenaria del 15 giugno verranno pubblicati i calendari degli esami di Stato 2020 e le date in cui verranno affisse le valutazioni.

Durante il confronto di metà giugno gli insegnanti facenti parte delle commissioni esaminatrici dovranno dichiarare se nel corso dell’anno hanno dato lezioni private a qualche studente o se sono parenti di candidati entro il quarto grado. Qualora si dovesse verificare una di questi due condizioni il commissario dovrà essere necessariamente sostituito.

Nel corso della riunione plenaria vengono poi decise le modalità con la quale sarà condotta l’interrogazione, i criteri di attribuzione della lode e quelli di attribuzione dei 5 punti bonus.

Come sarà l’Esame di Maturità 2020

Ecco, in brevi punti, come sarà l’esame di Maturità 2020:

  • Commissioni esaminatrici composte da 6 docenti interni e un presidente esterno
  • Ogni giorno verranno esaminati 5 candidati attraverso una prova orale di massimo un’ora
  • Inizio dalla lettera estratta e proseguimento in ordine alfabetico (ad esempio se la lettera estratta è C poi si continuerà con D, E, F, G ecc.)
  • L’interrogazione inizierà con la discussione di un elaborato relativo alle discipline di indirizzo, proseguirà con il confronto su un testo di italiano e con la discussione di materiali didattici assegnati dagli insegnanti
  • Gli studenti dei licei musicali e coreutici si dovranno anche produrre in una piccola esibizione di massimo 10 minuti
  • Esposizione dell’esperienza di Alternanza Scuola Lavoro
  • Per i candidati disabili sarà il consiglio di classe a stabilire le modalità della prova d’esame
  • Conclusione con cittadinanza e costituzione

Vincenzo Schirripa

Vincenzo Schirripa

Read Previous

Ultimo giorno di Scuola in classe: il Comitato Tecnico Scientifico dice no

Read Next

Insulti e minacce via Web: assegnata la scorta a Lucia Azzolina

4 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular