Carta Docente anche ai precari: a proporla è il Sottosegretario Rossano Sasso

Vinkmag ad

C’è la proposta di estendere la fruibilità della Carta Docente anche ai precari. A proporre l’estensione del bonus di 500 Euro è stato il Sottosegretario Rossano Sasso con un post su Facebook: “Non è più tollerabile che gli insegnanti precari delle scuole italiane siano esclusi dalla platea di beneficiari della Carta del Docente, cioè il contributo annuale di 500 euro messo a disposizione per l’acquisto di libri, supporti informatici, corsi di formazione, materiale e attività per l’aggiornamento professionale.”

Carta Docente da 500 Euro anche agli insegnanti precari

Oltre a proporre l’estensione del bonus il sottosegretario Sasso ha annunciato anche un provvedimento sull’argomento.

“Ho avuto una fruttuosa interlocuzione con il collega e amico Claudio Durigon, sottosegretario al ministero dell’Economia e delle Finanze, che sul tema ha dimostrato interesse e sensibilità. Siamo dunque al lavoro per porre rimedio a questo stato di cose.”

“Ad oggi, dice ancora il sottosegretario, ci sono circa 200.000 insegnanti che non solo vivono una condizione lavorativa più complessa e difficoltosa rispetto ai colleghi di ruolo, ma avvertono sulla propria pelle una ulteriore e sostanziale discriminazione. Non si capisce perché non debbano poter contare anche loro su un sostegno concreto dovendo affrontare le stesse spese dei docenti di ruolo, ad esempio per l’acquisto di un pc o un tablet per la didattica a distanza”.

Infine Sasso rimarca anche l‘impegno del suo schieramento su questo tema: “Come Lega, promuoveremo tutte le iniziative necessarie affinché si arrivi presto all’approvazione di una norma che metta fine a questa intollerabile disparità di trattamento.“

La partecipazione all’Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica

Nei giorni scorsi il sottosegretario Sasso ha partecipato alla riunione in videoconferenza dell’Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica.

L’incontro si è svolto mercoledì 7 aprile alla presenza del ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e degli esponenti delle principali associazioni italiane di persone con disabilità.

La presenza di Sasso è stata fondamentale e necessaria in quanto, nell’ambito ministeriale, il sottosegretario ha la delega alla disabilità e all’inclusione.

Luca Parigi

Luca Parigi

Read Previous

La pagina Web per gli esami di Maturità 2021 è online

Read Next

Scuole paritarie dimenticate dal Decreto Sostegni: il richiamo del senatore De Poli (Udc)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular